Molfetta: truffa da 150 milioni per il nuovo porto commerciale

molfetta

Il cantiere del nuovo porto di Molfetta (foto via: bari.repubblica.it)

Trani – Sessantadue indagati, tra i quali anche il senatore del Pdl Antonio Azzollini, ex sindaco di Molfetta. E’ questo il risultato della scoperta di una maxi truffa legata al nuovo porto commerciale di Molfetta. L’operazione, denominata “D’Artagnan”, è stata condotta dei militari del Nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Bari e del comando provinciale del corpo forestale di Bari, Ravenna e dei reparti dipendenti.

Dalle prime ore di questa mattina, sono scattate due ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari emesse dal gip del Tribunale di Trani nei confronti di un ex dirigente comunale, Vincenzo Balducci, e di un imprenditore, il direttore di cantiere Giorgio Calderoni, entrambi ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, abuso d’ufficio, frode in pubbliche forniture, attentato alla sicurezza dei trasporti marittimi e reati ambientali.

Le indagini hanno portato al sequestro dell’area destinata al nuovo porto commerciale di Molfetta, per il quale sono stati stanziati finanziamenti pubblici per un valore di circa 150 milioni di euro. L’opera, spiegano gli investigatori, è ancora in corso di realizzazione: in base al progetto, i lavori al nuovo porto di Molfetta si sarebbero dovuti concludere nel gennaio del 2012. Tuttavia al momento si trovano intorno al 60% dell’avanzamento. Maggiori dettagli riguardo all’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso l’Ufficio del Procuratore Capo di Trani alle ore 10.30 di questa mattina.

L’inchiesta della procura di Trani è iniziata nel 2010, in seguito a una denuncia dell’autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di Roma che aveva rilevato delle presunte irregolarità relative al contratto d’appalto con cui venivano ipotizzate limitazioni della concorrenza nel bando di gara predisposto dal comune di Molfetta. Le indagini hanno accertato come il fiume di denaro pubblico arrivato al comune di Molfetta e destinato alla costruzione del nuovo porto, sia stato invece in parte utilizzato per altri fini.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews