‘Modern Vintage’: follia ed eclettismo nel terzo disco dei Sixx:A.M.

modern vintage

La copertina di Modern Vintage (hitthefloor.com)

Per il nuovo disco dei Sixx:A.M. non poteva esistere un titolo più calzante di Modern Vintage, un album intriso di “old school” in chiave moderna che guarda, in contemporanea, sia al retaggio che al futuro del rock. Modern Vintage è il terzo studio album di una band hard rock/alternative metal capitanata dal leggendario Nikki Sixx, bassista carismatico e membro di quella pietra miliare del luccicante hair rock targata Mötley Crüe.

UN PO’ DI STORIA – I Sixx:A.M. esordiscono nel 2007 con The Heroin Diaries Soundtrack, un concept album esplosivo e dai retroscena irriverenti che funge da corredo sonoro all’autobiografia di Nikki Sixx narrante uno degli attimi più infuocati della storia dei Mötley Crüe. In The Heroin Diaries: A Year in the Life of a Shattered Rock Star Nikki catapulta il lettore nel 1986, anno in cui gli stregoni di Shout at The Devil stavano registrando uno dei loro dischi di maggiore successo: Girls, Girls, Girls. Nel 1987 i Mötley Crüe erano impegnati proprio nel tour promozionale del loro quarto disco quando Nikki sfiorò la morte per un’overdose da eroina, salvandosi per miracolo.

PASSATO E FUTURO - Nikki ha espresso in musica la sua profonda gratitudine nei confronti della vita in brani come Live is Beautiful, aprendosi a dimensioni sonore più ampie rispetto a quelle abitate negli anni Ottanta. I Sixx:A.M. mantengono alta la tensione fra un’aura sperimentale e la verve del passato confermando, con il terzo disco, di proseguire verso una rotta stilistica definita ma non per questo monotona. La band incontra i nuovi gusti degli ascoltatori volando sempre leggermente sopra le righe rispetto al rock maggiormente di consumo.

MODERN VINTAGE: A TUTTO ROCK - L’inconfondibile gusto del rock anni Ottanta si intreccia in sonorità contemporanee e grintose all’interno delle tracce di Modern Vintage, creando un mood generale eclettico pur mantenendo la propria identità musicale. La linea vocale del side project di Nikki Sixx è affidata alle sapienti corde di James Michael, un cantante virtuoso e dal timbro graffiante.

modern vintage

I Sixx:A.M.. Da sinistra: “DJ” Ashba,  James Michaels e Nikki Sixx (djashba.com)

INIZIO ESPLOSIVO - Modern Vintage apre con i fuochi d’artificio con il brano Star, condito da un riff potente hard rock che incontra alcune sfumature heavy, rivelando tutto il suo pathos in un ritornello combattivo e di grande impatto. Gotta Get It Right si lancia in un rock gioioso dove le voci si mostrano portentose, giocando con repentini cambi di tempo per offrire all’ascoltatore un sound pieno e cantabile. Il tormentato Relief riassume il concept di Modern Vintage proponendo un cocktail vincente fra heavy metal, alternative rock e alcuni rimandi allo spirito oscuro della darkwave.

DAL BUIO ALLA FOLLIA - Dopo le tenebre il disco cambia connotati con Get Ya Some, buttandosi in un sound a tratti latineggiante che dondola, quasi preso da una follia temporanea, tra la mestizia delle strofe alla passione stravagante del ritornello. Un tocco di mistero attraversa Let’s Go, un brano passionale che fonde l’heavy con l’alternative emanando una potente carica sonora. I Sixx:A.M. donano un contributo anche a una delle pietre miliari della new wave proponendo una cover di Drive, celebre brano trasognato dei The Cars del 1984, in una rivisitazione electro rock dal tono intimistico e vagamente psichedelico.

modern vintage

Un’icona dell’hair metal: i Mötley Crüe negli anni Ottanta (eighties.fr)

SPRAZZI DI HEAVY E HAIR METAL - Il groove hair rock torna alla ribalta con Give Me a Love, un brano tenace e irriverente che accentua la sua caparbietà nel solo di chitarra. Continuando con le sonorità accattivanti del brano precedente, Hyperventilate, con il suo groove altalenante dal gusto heavy, si trasforma in un treno in forte corsa verso un’ardente energia. Un beat secco scandisce il tempo di High On The Music, un brano fresco che amplifica la potenza sonora in un intenso crescendo.

UNA OLD SCHOOL RIVISITATA - Un interessante sodalizio fra blues rock, heavy e funky si pone come base stilistica per Miracle, un brano dalle sfumature seducenti che riuscirebbe a scuotere anche l’ascoltatore più timido. L’old school torna in pompa magna con Before It’s Over, un brano nostalgico che rispolvera l’aria giovanile dei primi anni Sessanta che, affiancato dai cori e dagli strumenti a fiato, offre un gustoso divertissement finale.

UN DISCO CAMALEONTICO - Modern Vintage segna un nuovo traguardo per la tabella di marcia dei Sixx:A.M, un gruppo che appare ancora restio alle classificazioni dimostra dosi audace e stravagante anche quando affronta sezioni musicali apparentemente lineari. Il fascino del terzo disco dei Sixx:A.M. sta proprio nella sua poliedricità stilistica, nel desiderio di sfuggire a un range sonoro ben delimitato proponendo con ironia e talento una musica versatile nella sua veemenza. In Modern Vintage la sorpresa si nasconde alla fine della battuta per stupire l’ascoltatore con un pizzico di follia che rinfresca l’habitat del rock contemporaneo.

Voto: 8

Foto preview: ultimateclassicrock.com

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews