Miss Trans 2013 sarà dedicato a don Gallo

gallo

Don Gallo (foto via: parma.repubblica.it)

Sarà dedicata a un grande amico del movimento transessuale, don Andrea Gallo, morto quest’anno, la 21/a edizione di Miss Trans Italia, concorso nazionale di bellezza transessuale organizzato in Versilia da Regina Satariano il 20 e 21 settembre. Due giorni di manifestazione che vanterà la partecipazione straordinaria di Alba Parietti, madrina della manifestazione e forte sostenitrice della battaglia per l’affermazione dei diritti di gay, lesbiche e transgender.

Durante la finale del concorso gli organizzatori, i rappresentanti delle istituzioni e la soubrette daranno vita a un momento di riflessione. Prevista la consegna da parte del sindaco di Viareggio Leonardo Betti di una targa in memoria di don Gallo, da sempre schierato in prima fila nella battaglie per il riconoscimento dei diritti di omosessuali e transessuali, fondatore e animatore della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova cui andrà l’omaggio nella persona dell’attuale segretario Domenico Chionetti. Alla manifestazione è annunciata la presenza, tra gli altri, anche dell’assessore regionale Cristina Scaletti.

Durante la consegna Regina Satariano chiederà al sindaco di Viareggio di intitolare a don Gallo il viale Europa a Torre del Lago. Inoltre il programma prevede un Gran Galà il 20 settembre presso il Priscilla, mentre la finale nazionale di Miss Trans Italia 2013 si terrà il 21 settembre alla discoteca Tequila di Viareggio.

Don Gallo, scomparso tre mesi fa, è sempre stato un sostenitore del riconoscimento dei diritti di omosessuale e trans. I suoi stessi funerali furono al centro di violenti polemiche. Le esequie furono infatti bollate da una parte di siti cattolici come “indegna gazzarra”, nonostante il proposito fosse quello di tributare un attestato di stima nei riguardi delle sua figura che seppe spendersi per tutti, indistintamente dalla posizione sociale, dal credo religioso o dall’orientamento sessuale. In quell’occasione, sotto accusa finì, in particolare, l’arcivescovo di Genova, il card. Angelo Bagnasco, per aver comunicato Vladimir Luxuria e per averle concesso di rivolgere un saluto dall’ambone.

Alberto Staiz

Foto homepage: loschermo.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews