Milano Moda Donna A/I 2011-2012. Largo al (Tri)colore!

Le proposte Gucci per tailleur

Milano – Ritorna, anche quest’anno, l’appuntamento con Milano Moda Donna che, dal 23 febbraio al 1 marzo 2011 e dopo il successo ottenuto nella scorsa edizione dedicata alle collezioni donna Primavera-Estate 2011, conferma la sua location principale nel centro meneghino. A fare da red carpet alle sfilate, infatti, non è più un solo luogo ma un network di location in centro città, che ha come cardine il Fashion Hub allestito al Palazzo Giureconsulti e si correda della nuova Sala Duomo, una tensostruttura trasparente a fianco del Museo del Novecento.

Ad aprire la kermesse, le Curve d’Italia del marchio Elena Mirò, nonostante l’esclusione dalla schedule ufficiale della settimana della moda milanese. Per la seconda stagione, la griffe dedicata alle donne morbide ha sfilato infatti fuori calendario. Trionfalmente.

Dopo un piccolo omaggio ai 150 anni di unità del Paese, forme alla ribalta: le taglie 46 hanno sfoggiato con orgoglio incantevoli tubini in pizzo macramé, tailleur in lana bouclé, maglie di lurex, gonne longuette in raso fasciante, abitini animalier, magnificando le “curve di luna” delle copertine anni 40 e 50 sullo sfondo.

Lode ai 150 anni dell’Unità d’Italia anche da parte di Rocco Barocco, che ha aperto la sua sfilata posando con una modella vestita nei colori della bandiera – giacca verde, camicia bianca, gonna rossa – tra gli applausi del pubblico, scattato subito in piedi alle prime note dell’Inno di Mameli. Anche la collezione è incentrata sul rosso e il verde brillanti, usati per abiti di maglia e cappotti con martingala e bottoni gioiello.

Angelo Marani ha ideato un guardaroba invernale hippy chic dall’aria vintage riletto in chiave contemporanea, con il broccato protagonista di soprabiti, cappotti, pantaloni palazzo dorati, blazer di paillette, tanta maglia e pelliccia.

Eccentrica come un’artista, un po’ saggia e un po’ selvaggia la donna vestita da Fendi per il prossimo autunno-inverno. In pedana le pellicce vanto della maison, proposte anche in versione camouflage per lunghi gilet e per i sorprendenti colli degli abiti sagomati e delle bluse dal taglio geometrico.

Anche la donna che ha sfilato sulla passerella di Gucci è una femme fatale, tra la spia anni Quaranta e la donna eccentrica dei Settanta. Ama coprirsi le spalle e i colori: lilla, amarena, giallo lime, verde oliva, ruggine, ottanio, turchese, e le lunghezze al ginocchio; le gonne pantaloni e le giacche ad A.

Meravigliosa la sfilata di Donatella Versace che ha voluto reinterpretare gli elementi classici della maison, guardando a quel passato mitico confezionato dall’artista Gianni Versace: gli intarsi colorati in stile optical-barocco che decorano i tubini, i cappotti e i trench dallo stile vagamente militare sono proprio una riedizione di un disegno del fratello scomparso.

Cappotto lungo e pantaloni ampi dello stesso tessuto, tacchi e blusa trasparente sono invece gli ingredienti della nuova femminilità secondo la ricetta di Ermanno Scervino. Un mix ben riuscito di maschile e femminile che accoppia tessuti e fantasie della tradizione inglese alla trasparenza del voile, alla seduzione del nude look, alla vertigine del tacco alto.

Max Mara ha presentato una collezione dal sapore Brit pop, che rilegge in chiave contemporanea gli stilemi del vestire anglossassone, nei toni panna, beige e cammello, il tartan ricamato è abbinato a lamé e il kilt diventa cappotto, gonna a tubo e abito da sera dai riflessi iridescenti.

Paola Frani ha ricoperto di piume la sua donna-cigno ispirata al personaggio interpretato da Nathalie Portman nel film di Aronofsky. Mentre Krizia, che detesta la volgarità e l’ostentazione, stavolta si è divertita a vestire una donna un po’ frivola, un po’ viaggiatrice e un po’ artista, che sdrammatizza l’abito da sera da vamp con i calzettoni di lana a righe, il piumino lunghissimo e le scarpe di vernice tacco 16. Una donna amante dell’Oriente, richiamato dalle spalle a pagoda delle nuove giacche, dalle linee a ogiva degli abiti, dai pantaloni ispirati ai modelli thai e dai gilet kimono.

Simon Le Bon

Molto bella la collezione Blumarine dal mood deciso, elegante e accattivante, spennellato con quel romanticismo che non manca mai nelle collezioni curate da Anna Molinari, che quest’anno rivisita il pizzo in vari colori, dal sobrio nero trasparente, ai giallo, viola e rosso, ai fiori: molto femminile.

«Non è tempo per donne leziose – afferma la stilista – il mondo fa paura e ci sono tante difficoltà, perciò basta con le bambole, è il momento delle donne vere, reali, anche un po’ aggressive, ma sempre eleganti. Non sono più gli anni ‘80, superficiali, noi donne dobbiamo essere piu’ forti e flessibili per adattarci ai tempi».

All You Need Is Now, titolano i Duran Duran – idoli delle adolescenti proprio negli anni Ottanta – nel nuovo album, che a un mese dall’uscita ha già conquistato il mondo della moda: venerdì 25 si sono esibiti al Teatro dal Verme di Milano in una serata organizzata da “Vogue” e dal Comune di Milano, e il loro nuovo singolo, che porta lo stesso titolo del cd, accompagnerà la nuova campagna pubblicitaria del rossetto Dior Addict con protagonista Kate Moss.

Dopo una dedica particolarmente affettuosa a Franca Sozzani, l’editor-in-chief di Vogue Italia – ospite della serata assieme al sindaco di Milano Letizia Moratti e a Diego Della Valle, Presidente del Gruppo Tod’s – Simon Le Bon ha eseguito con il suo storico gruppo alcune delle hits più famose fra ripetuti applausi e standing ovations. Leave a light on!

Natalia Radicchio

Foto via: http://www.fashiontimes.it http://www.pianetadonna.it http://www.pianetadonna.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

2 Risponde a Milano Moda Donna A/I 2011-2012. Largo al (Tri)colore!

  1. avatar
    Erica 01/03/2011 a 10:33

    Che bella panoramica…ecco come arrivare pronte all’autunno!!!…e per fortuna che c’è chi pensa anche a chi non è esilissima

    Rispondi
  2. avatar
    Natalia 18/03/2011 a 23:44

    ;-)

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews