Milan, Inter, Napoli: in Champions League si spera nel tris

Tabellino di marcia rispettato per il Milan, incidente di percorso con immediata ripartenza per l’Inter, grandi aspettative per il Napoli. Questo il bilancio decisamente roseo del girone di andata di Champions League,conclusosi ieri con la vittoria del Milan a san Siro sul BATE Borisov, dopo i tre punti dei nerazzurri in Francia e l’ottimo pareggio interno del Napoli col Bayern Monaco.

Già passato il mal di pancia di Ibra? (calciomercato.it)

MILAN - I rossoneri possono benedire il pareggio al Camp Nou nella prima giornata: le due vittorie all’inglese contro Viktoria Plzen e BATE Borisov danno addirittura la possibilità alla squadra di Allegri di qualificarsi per gli ottavi già martedì 1 novembre in Bielorussia, in caso di vittoria esterna combinata ad un (non impossibile) risultato positivo del Barcellona a Plzen.

Il ciclico mal di pancia di Ibrahimovic è passato rapidamente, con l’assist di domenica a Robinho e la rete di ieri che ha sbloccato il risultato: resta da vedere la consistenza rossonera nei prossimi mesi, con una rosa – decimata dagli infortuni ad inizio stagione – che dovrà essere necessariamente rinforzata nel mercato di gennaio. Il viatico migliore per il Milan, per preparare la supersfida col Barcellona a san Siro del 23 novembre, è arrivarci con la qualificazione già in tasca.

INTER - L’altalena in campionato degli uomini di Ranieri è stata fermata dall’importantissima vittoria esterna a Lille. Non s’è visto un gran gioco, ma l’assist da 15mila euro di Zarate per Pazzini ha portato in cassaforte tre punti fondamentali per issarsi al primo posto in quello che doveva essere il girone più abbordabile della Champions League 2012, prima della clamorosa Caporetto interna col Trabzonspor.

Tra quindici giorni al Meazza tornerà proprio il Lille: per l’Inter non c’è altro risultato possibile se non la vittoria, per non complicare una classifica nella quale, ora come ora, i due punti di vantaggio sulla coppia CSKA-Trabzonspor sono un margine rassicurante, ma non a prova di disastro.

Hamsik nella morsa di Gomez e Boateng (serieacalcio.com)

NAPOLI - In molti davano i partenopei per spacciati, ma le prove di forza contro Manchester City e Bayern Monaco hanno fatto crescere esponenzialmente le quotazioni del Napoli. Se il Kun Aguero (genero di Maradona…) non avesse gonfiato la rete del Villareal al 93′, Cavani & co. avrebbero 3 punti di vantaggio da amministrare sulla terza posizione occupata dai citizens. Un tesoretto incredibile, sfumato non certo per demeriti propri.

Lo spartiacque sarà probabilmente proprio il prossimo match, quello con la capolista Bayern Monaco all’Allianz Arena. Senza mezzi termini, serve un’impresa: dopo i bavaresi, al san Paolo arriveranno gli uomini di Mancini, per quella che potrebbe essere una vera e propria sfida qualificazione. Il Napoli, mai come quest’anno, ha abituato i propri tifosi a grandi prestazioni (vedi City e Bayern) alternate a prove incolori (vedi Chievo e Parma). In Europa non c’è spazio per tentennamenti. E a Monaco di Baviera l’unico rischio che si può correre è quello di fare la storia.

Francesco Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews