Mestre, donna rom occupa la casa di un’anziana signora

rom

Un campo nomadi, abitato da rom (blogspot.com)

La notizia dell’anziana signora che si è vista occupare casa da una famiglia rom sta facendo il giro del web. La vicenda è stata raccontata oggi da il Gazzettino e sta creando diverse polemiche sui social e non solo.

VA IN OSPEDALE E LE OCCUPANO CASA – Una signora di 93 anni che da tempo vive in un appartamento dell’Ater, per il quale paga regolarmente l’affitto, è stata al centro di una situazione piuttosto bizzarra. L’anziana donna, dopo una brutta caduta, è stata ricoverata in ospedale lasciando l’appartamento incustodito per qualche mese. Durante la sua assenza una famiglia di nazionalità rom ha occupato l’abitazione. Sabato sera, intorno alle 21.00, una vicina ha visto un uomo arrampicarsi sul balcone della signora e immediatamente ha chiamato la figlia di quest’ultima che si è precipitata a casa della madre. Appena entrata la ragazza si è trovata davanti una donna rom in evidente stato di gravidanza che fumava una sigaretta sul balconcino. Insieme alla donna rom c’era anche un bambino ma nessuna traccia dell’uomo che era stato visto arrampicarsi.

NESSUNA INTENZIONE DI ANDARE VIA – La figlia della signora ha immediatamente avvisato la polizia ma la donna rom ha manifestato subito, anche con gli agenti, la sua intenzione di restare in casa. «Sono incinta, non potete toccarmi. Ho bisogno di un posto dove crescere i miei figli». Sono queste le parole che gli agenti si sono sentiti ripetere più volte. Dopo una lunga trattativa con la polizia la donna e il suo bambino hanno accettato di liberare la casa, complice anche una piccola rivoluzione messa in atto dagli altri abitanti della palazzina stanchi delle continue occupazioni. Sembra infatti che questo sia stato il terzo episodio in appena un mese.

LE PAROLE DI SALVINI – Salvini, appena appreso la notizia, ha subito pubblicato un post su Facebook e Twitter: «A Mestre un’anziana di 93 anni, ricoverata in ospedale per una frattura, si è ritrovata con la casa occupata da una rom. Questa ‘brava ragazza’, visto che era incinta, non voleva andarsene, e solo l’intervento di Polizia e soprattutto degli altri inquilini regolari l’ha costretta a liberare l’appartamento. Roba da matti, ormai vige la legge della giungla. È il momento di tornare padroni in casa nostra. Case popolari occupate? Da sgomberare, subito. E da riassegnare con priorità ai cittadini italiani. Per qualcuno è ‘razzismo’? Chissenefrega». Il post ha ottenuto molti consensi ma anche qualche critica da parte di chi ritiene che non si faccia abbastanza per dar sostegno alle famiglie rom.

Serena Prati 
@Se_Prati 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews