Melassa: un toccasana per perdere peso, ma non solo

Secondo un gruppo di ricercatori della La Trobe University, in Australia, la melassa, ricavata dalla canna da zucchero, aiuterebbe a combattere i grassi, scongiurando il rischio di obesità. Gli esperti, infatti, avrebbero finalmente sfatato il mito secondo cui questo estratto dolce e cremoso sarebbe un vero e proprio attentato alla linea.

Lo studio è stato condotto da Richard Weisinger, ed è stato pubblicato sulla rivista Nutrition Horizon. Secondo quanto emerso da questa ricerca e contro ogni aspettativa, la melassa non solo è una preziosa alleata capace di aiutare a eliminare i chili di troppo, ma se aggiunta all’alimentazione in una quantità equilibrata aiuterebbe anche ad assorbire meno i grassi.

Il team di ricercatori, è giunto a tali conclusioni dopo aver analizzato le feci di alcuni roditori impiegati nello studio. E’ emerso, infatti, come quelli nutriti con l’estratto della canna da zucchero avessero espulso una maggiore quantità di grassi. Inoltre, la melassa è ricca di polifenoli, sostanze naturali famose per la loro forte azione antiossidante, e quindi, capaci di rallentare l’invecchiamento dei tessuti.

La melassa, viene così finalmente dichiarata innocente. Un tempo, infatti, veniva utilizzata in sostituzione dello zucchero nell’alimentazione dei neonati, ma successivamente è stata messa al bando, proprio perché considerata dannosa per l’organismo Molti pediatri infatti sono tuttora contrari all’abitudine di intingere il ciuccio nella melassa per calmare i bambini.

La ricerca australiana, invece, ha dimostrato come i topi alimentati con l’estratto di zucchero di canna per ben dodici settimane mostrassero non solo un peso inferiore e la riduzione del grasso corporeo, ma anche un abbassamento dei livelli di leptina nel sangue,ovvero un ormone che interviene nella regolazione dell’appetito e che ha una funzione importante nel regolare le funzioni del nostro metabolismo.

La melassa inoltre risulta essere meno calorica del miele, nonostante ciò è poco diffusa, sebbene sia ricca di preziosi sali minerali come ferro, calcio, rame, cromo, manganese e zinco, che la rendono particolarmente adatta per combattere gli stati di debolezza. Si tratta di un toccasana per esempio per le donne che nei giorni del ciclo mestruale, si sentono più deboli e affaticate.

Anche chi soffre di intestino pigro può beneficiare dei tanti effetti positivi della melassa; aiuta infatti a combattere la stipsi, se sciolta nella quantità di un cucchiaino nel latte, ogni sera prima di coricarsi.

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews