VIDEO – Mario Monti e l’esperimento simpatia su La7

Monti insieme a Trotskij, il cane adottato nel corso della trasmissione

Roma – Un Mario Monti insolitamente rilassato, spesso sorridente, che si lascia andare non si è visto spesso nei 13 mesi di mandato come premier e in tutta la prima parte di campagna elettorale, in vista delle elezioni del 24 e 25 febbraio. Eppure, il Monti che molti telespettatori hanno potuto vedere ieri su La7, intervistato da Daria Bignardi – la Daria divenuta famosa con la conduzione del Grande Fratello, del quale ha preservato un tono molto gossipparo nelle interviste – nel corso del programma “Invasioni barbariche”, è apparso in una luce nuova, che lascia riflettere.

L’intervista, durata circa una mezz’ora – spazi pubblicitari esclusi – ha toccato come era lecito aspettarsi i punti salienti della campagna elettorale, con il premier uscente impegnato a “invitare” Bersani ad abbandonare la parte più a sinistra della sua coalizione, e lanciare le consuete stoccate a Vendola, una delle vittime preferite di Monti, insieme a Silvio Berlusconi.

Prima del primo stacco pubblicitario, poi, la conduttrice ha chiesto al presidente del Consiglio se avesse accettato di adottare un cagnolino, e pronto l’operatore in studio ha portato un delizioso cane bianco, che Monti ha preso tra le mani e iniziato ad accarezzare, all’inizio con un po’ di stupore, poi piuttosto rilassato. Per creare un po’ di hype, la Bignardi ha annunciato in diretta nazionalpopolare che il nome del cane era Trotzskij (almeno questo è quanto si è capito), come il rivoluzionario sovietico, che, nei fatti, potrebbe ricordare Nichi Vendola e il suo passato comunista. Una stoccata che non ha colto impreparato il premier, che anzi ci ha riso su, prima di lasciare spazio alle telepromozioni.

Al ritorno, si è consumato il secondo atto del siparietto costruito ad arte, ma sicuramente riuscito: i due personaggi, entrambi protagonisti attivi del social network Twitter, hanno parlato di followers e tweet, con Monti che ha ammesso di aver scritto quel «Wow» di suo pugno, perché si sentiva «gasato». Il termine, un po’ desueto ma comunque efficace, ha risvegliato nella Bignardi ricordi antichi, che ha bonariamente rimproverato il premier dicendogli che «gasato lo usavo io quarant’anni fa, quand’ero bambina». Monti, che ha controbattuto chiedendo alla conduttrice «se mi sta prendendo in giro», ha poi preso in mano lo smartphone della conduttrice, twittando «Evviva l’empatia!». Tre parole, che hanno ottenuto una pioggia di reazioni, con oltre 2.600 retweet e oltre un migliaio di preferiti.

Al che la conduttrice, «sbragata», ha fatto portare al desco delle interviste due calici di birra, brindando con Monti che, visibilmente divertito, ha detto alla Bignardi «vedo che lei comincia a…», mimando con un gesto efficace gli effetti della sbronza.

Al di là della mera cronaca, si è trattato di un “esperimento simpatia” per distogliere l’attenzione dalla mera discussione politica, mostrando il lato umano e personale di un uomo che, per le vicissitudini e le decisioni prese in seno al Governo, ha certamente ridotto il consenso intorno a se e ora, forte di un’alleanza elettorale e di alcuni buoni dati macroeconomici sul debito pubblico, cerca di condizionare gli esiti del voto proponendosi come risanatore dei conti dello Stato. Un’operazione sicuramente riuscita, che potrebbe – ma non lo sapremo mai, dato che i sondaggi non vengono diramati a partire dal quindicesimo giorno antecedente il voto – spostare numerosi votanti verso “Scelta civica”, la lista Camera-Senato con la quale l’ex premier si presenta alle elezioni.

[youtube]http://youtu.be/9aqItOZyBrM[/youtube]

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews