Marino Mastrangeli e l’espulsione show dal M5S

Marino Mastrangeli, se espulso, confluirà nel Gruppo Misto del Senato

Roma – Espulso! Come si farebbe con un calciatore reo di aver azzoppato l’avversario di proposito, il senatore del MoVimento 5 Stelle Marino Mastrangeli, è stato cacciato dalle file del partito-movimento di Beppe Grillo con una pur democratica consultazione, conclusasi con 62 voti favorevoli, 25 contrari e 3 astenuti (il 69% di voti favorevoli circa), a causa della sua ripetuta e «sanzionabile» partecipazione ai programmi televisivi di diverse reti, Canale 5 e La7 in primis.

Contravvenendo al regolamento interno del partito, che nei fatti consiglia agli aderenti di «evitare» per quanto sia possibile la partecipazione ai talk-show e consimili, Mastrangelo si è inviso gran parte del M5S, che in una sorta di processo sommario tenutosi ieri dinanzi all’onnipresente streaming, vero punto di forza (o di eccessiva esposizione mediatica, dipende dai punti di vista) di questi professionisti del rinnovamento della politica, ha tentato di discolparsi, invocando la Corea del Nord e accusando a sua volta il capogruppo al Senato, Vito Crimi, che ha addirittura commesso il crimine di sedere a Porta a Porta.

Durissimo e riccamente esposto, l’attacco del cassinate Mastrangeli: «Io sono come Bruce Lee, ne atterro 50 alla volta. Non è che per 5 anni mettiamo la mordacchia ai parlamentari. E comunque, chiediamo agli iscritti se i parlamentari possono parlare a titolo personale. Essere processato per il gravissimo diritto di intervista giornalistica mi sembra una farsa, un delitto incostituzionale».

Sebbene dunque l’Inquisizione grillina lo abbia messo alla porta, Mastrangeli potrà ricorrere alla Corte d’Assise che è il movimento “in rete”, nella speranza che questi ultimi ne ascoltino e perorino le tesi, e lo reintegrino nelle file di quello che, più che un esperimento politico, inizia a dimostrarsi un teatro di luci (poche) e ombre (tante) che ci ricorda il peggio della politica italiana, con buona pace delle raccomandazioni espresse in fase di giuramento dal presidente Napolitano.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews