Marianna Madia “ci sa fare con il gelato”. Il titolo sessista di ‘Chi’

Il titolo di 'Chi' su Marianna Madia

Il titolo di ‘Chi’ su Marianna Madia

Roma – Si è scatenata la bufera a seguito di uno scatto fotografico rubato a Marianna Madia, Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione nel governo di Matteo Renzi, immortalata mentre mangia un gelato in automobile in compagnia del marito Mario Gianani.

IL TITOLO INCRIMINATO - Le polemiche sono nate a seguito del servizio pubblicato dal giornale di gossip Chi, che, oltre ad aver scattato e reso nota la normalissima foto della Madia, ha accompagnato l’articolo con un titolo volutamente ambiguo e ammiccante: «ci sa fare con il gelato». La non notizia della Madia che mangia un gelato, di per se poco interessante e accattivante, è così diventata immediatamente virale e ha scatenato una serie di reazioni a catena contro il giornale diretto da Alfonso Signorini.
Molti dei commenti negativi alla titolazione di Chi arrivano direttamente dagli utenti di internet che sono rimasti scandalizzati dalla notizia volutamente manovrata; altri invece portano il nome giornalisti che rigettano questo tipo di giornalismo, definito inutile e disgustoso. I commenti negativi e disgusto arrivano da ogni parte, e anche personaggi politici, a prescindere dalla coalizione di appartenenza, esprimo nono la loro solidarietà al ministro Madia e criticano la scelta editoriale di Chi. Laura Puppato, senatrice del Pd, esprime tramite Twitter il suo disgusto e, al tempo stesso, la sua incredulità di fronte ad un tale gesto e, allora stesso modo, si esprime l’intero partito Sinistra Ecologia e Libertà, manifestando il suo supporto.

 

ANCORA SESSISMO - Con il servizio di Chi su Marianna Madia si torna inoltre a parlare di sessismo e ci si domanda come mai tali fotografie arrivino a colpire sempre e solamente le donne; su Twitter si discute animatamente su questo argomento e ci si chiede quale esempio possano trarre le giovani ragazze dalla cattiva abitudine dei quotidiani di scherzare in modo per nulla ironico e divertente sui doppi sensi. Di sessismo parlano anche Rossana Dettori, segretario generale della Fp Cgil, e Teresa Bellanova, sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali, che definiscono “fango” il gioco di parole messo in atto dal giornale.

 

CALIPPO SI E GELATO NO? - Dal canto suo Alfonso Signorini prova a difendersi dalle innumerevoli (e forse previste?) critiche twittando «Calippo si e gelato no?» accompagnato dall’hashtag #duepesiduemisure e facendo riferimento al video e alle fotografie di Francesca Pascale, ripresa mentre mangiava un calippo. Ma, anche in questo caso, gli utenti di Twitter fanno notare che le immagini della Pascale erano pubblicitarie e volutamente girate per fini lavorativi, mentre quelle del ministro Madia, normali e quotidiane, sono state volutamente rese ambigue da un titolo che non ha lasciato spazio ad alcun dubbio.

Alessia Telesca

foto: media.urbanpost.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews