Maria Elena Boschi “culona”. L’insulto sessista di Andrea Scanzi

Andrea Scanzi (fonte. andreascanzi.it)

Andrea Scanzi (fonte: andreascanzi.it)

Attenzione alla pelle a buccia di arancia, centimetri adiposi e chiacchiericcio critico tipico di un pigiama party tra amiche sono apparsi nel vortice di parole di Andrea Scanzi che, seppur non utilizzando il termine esplicito, ha definito il Ministro per le riforme costituzionali e per i rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi una “culona” ritoccata con photoshop.

IL DIBATTITO TRA RENZI E SAVIANO - Nell’articolo apparso oggi su Il Fatto Quotidiano e ripreso sulla sua pagina ufficiale di Facebook, Andrea Scanzi si cimenta in un’analisi politica a proposito del dibattito giornalistico tra Roberto Saviano e Matteo Renzi sul Sud Italia.
Nei giorni scorsi Roberto Saviano aveva scritto una lettera al premier in cui denunciava nuovamente lo stato sociale del Sud Italia, afflitto da un aumento della disoccupazione e da una ricrescita praticamente inesistente, che spingerebbe addirittura le mafie radicate sul territorio a “emigrare” e cercare investimenti altrove; in tale lettera lo scrittore invitava Matteo Renzi ad agire tempestivamente per cercare di arginare danni che rischiano di diventare irreversibili. In visita a Tokyo, Matteo Renzi aveva risposto invitando l’opinione pubblica ad evitare inutili «piagnistei» e eccessivi vittimismi, esortando tutti a dare il loro contributo per migliorare le sorti del Sud; a rinforzo della tesi del premier si era inserita anche Maria Elena Boschi accusando Saviano di non aver letto i giornali dell’ultimo anno e mezzo.

Potrei star qui, una volta di più, a far la lista della spesa dei disastri commessi dall’uomo con la faccia da pesce…

Posted by Andrea Scanzi on Venerdì 7 agosto 2015

L’ANALISI NON POLITICA DI ANDREA SCANZI - Di fronte a tale importante discussione l’analisi di Andrea Scanzi si è limitata a ricalcare lo stile propagandistico e fatto di slogan che lo stesso critica e appunta a Matteo Renzi.
Infatti nel post pubblicato sulle pagine de Il Fatto Quotidiano si evidenziano una carrellata di commenti negativi sulle due figure prese in esame, ovvero quelle di Matteo Renzi e Maria Elena Boschi, definiti rispettivamente «una macchietta debole, arrogante, caricaturale, disastrosa, noiosa, patetica, comicamente supponente e smisuratamente vuoto» e, con qualche giro di parola, una “culona” che legge solamente Postal Market.
«Karina Huff Boschi, troppo impegnata a chiedere ai suoi adepti di tagliare con l’accetta di Photoshop quelle 70-80 libbre di adipe ruspante da caviglie, cosce e glutei nelle foto a uso e consumo della propaganda» e «una che pare aver letto al massimo il Postal Market, magari senza averlo capito perché le foto erano troppo criptiche» sono le parole offensive utilizzate nei confronti di Maria Elena Boschi, etichettata ancora una volta come incompetente tramite l’utilizzo di parole sessiste legate al mero aspetto fisico.

BELLA E SUPERFICIALE - Che piaccia o meno, che si ritenga il ministro Maria Elena Boschi competente oppure no, i commenti mossi da Andrea Scanzi hanno preso di mira solamente il corpo della donna, senza analizzare criticamente i commenti e le espressioni della stessa, vero e unico compito di un giornalista di mestiere.
La differenza di trattamento riservata a Matteo Renzi e Maria Elena Boschi mostra proprio il becero atteggiamento di chi trova molto più facile attaccare solamente seguendo le figure caricaturali e stereotipi maschilisti che vogliono una donna, soprattutto se definita “bella” dall’opinione pubblica, più attenta ai chili e alle forme mostrate piuttosto che alle letture scelte. Quindi il premier, seppur figura negativa, viene ritratto come arrogante, noioso, supponente (tutte caratteristiche caratteriali che non ne evidenziano la stupidità ma solo un eccesso di egocentrismo e poca disponibilità al dialogo) mentre Maria Elena Boschi diventa la bella ragazza bionda che guarda, anche con difficoltà, le figure criptiche di un giornale di moda, sognando di poter entrare nella taglia 40 nonostante il suo fondoschiena pronunciato.

maria_elena_boschi_playboy-tacchi-a-spillo

Maria Elena Boschi (oggi.it)

E LA “CULONA” INCHIAVABILE? - Per mesi, anni addirittura, si è discusso del termine “culona inchiavabile” pronunciato da Silvio Berlusconi a proposito di Angela Merkel in un’intercettazione resa nota proprio da Il Fatto Quotidiano, che si è rivelata poi non essere vera e riaggiustata dalle parole di Marco Travaglio che, dopo le accuse di Filippo Facci su Libero, aveva commentato come «il Fatto non ha mai scritto che quella intercettazione esistesse, ma che nell’entourage di Berlusconi se ne parlava».
Lo stesso giornale criticava, ancora una volta, Silvio Berlusconi e le sue poco edificanti battute su Rosy Bindi, e nel settembre dello scorso anno tra le pagine de Il Fatto Quotidiano appariva un articolo di Luisella Costamagna che rispondeva proprio alla Bindi chiedendosi come fosse possibile che «che con tutti i problemi che ci sono ci si debba occupare dell’avvenenza delle nostre ministre?».

SCANDALO DI PARTE - Com’è possibile quindi che un giornale che si è mostrato attento, per lo meno quando si è trattato di criticare atteggiamenti ambigui di determinati politici, alla tutela della donna possa accettare un commento di così scarsa eleganza di un suo giornalista?
Inutile ribattere che il termine “culona” o simili non sono stati volutamente esplicitati, poiché l’immagine ritratta da Andrea Scanzi del ministro Maria Elena Boschi è chiara e difficilmente equivocabile. Come può Marco Travaglio, scandalizzato di fronte alla presunta “culona” di Angela Merkel, accettare che il suo pupillo parli così di una donna?

Ed è davvero questo il tipo di giornalismo che serve all’Italia, già colma di disinformazione e cattiva educazione? Forse servirebbe a tutti una lezione di umiltà per tornare a informare e criticare nei contenuti, lasciando i commenti sulla bellezza e le forme di donne e uomini alle pagine dei rotocalchi che, per lo meno, non si arrogano il diritto di educare e formare l’opinione pubblica tramite sparate di dubbio gusto.

Alessia Telesca

foto: andreascanzi.it; oggi.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews