Margherita: chiesto l’arresto per il senatore Lusi

Luigi Lusi

Roma – La procura di Roma ha chiesto al Senato l’autorizzazione all’arresto di Luigi Lusi, il senatore espulso dal Pd, già tesoriere della Margherita, accusato di appropriazione indebita. Lo riferiscono oggi fonti giudiziarie.

Alla base dell’ordinanza cautelare che il Gip ha inoltrato al Senato nei confronti di Luigi Lusi e che ha notificato alla moglie Giovanna Petricone e ai due commercialisti, non ci sono solo i reati di riciclaggio, appropriazione indebita e trasferimento fraudolento di beni, compare anche il reato di associazione per delinquere che la Procura fino a pochi giorni fa non aveva ipotizzato.

La richiesta di autorizzazione a procedere all’arresto di Lusi e gli arresti domiciliari ai quali sono stati sottoposti la moglie e due commercialisti sono stati sollecitati dal procuratore aggiunto Alberto Caperna e dal sostituto Stefano Pesci, titolari dell’inchiesta sulla appropriazione di fondi dalle casse della Margherita. I provvedimenti sono stati firmati dal gip Simonetta D’Alessandro.

Lusi è accusato di aver sottratto alle casse del partito più di venti milioni di euro. Tuttavia il senatore ha ammesso di averne presi solo 13.

«L’ordinanza cautelare del gip Simonetta D’Alessandro ci ha lasciati sconcertati perché questo provvedimento arriva dopo aver reso una ampia confessione e dopo aver chiesto una perizia contabile attraverso un incidente probatorio che ci è stato rigettato», ha commentato l’avvocato Luca Petrucci, difensore del senatore Lusi.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews