Mannarino, i suoni di Roma e il ritorno del Teatro-Canzone

Mannarino

Alessandro Mannarino

I suoni di Roma sono tutti racchiusi nella voce di Alessandro Mannarino che ieri sera ha portato il suo ultimo lavoro, Al Monte, a casa. Foro Italico sold out e nuova data a settembre per uno dei cantautori più amati del momento. Noi c’eravamo e proveremo a raccontarvi una calda notte romana condita da ribellione, qualche contraddizione, la magia di un amore salvifico e un vuoto incolmato.

PROVE DI TEATRO CANZONE - Fare una cronaca fedele dei brani cantati da Mannarino ieri sera, sarebbe veramente riduttivo. Vi basti sapere che i brani del nuovo album, in scaletta, c’erano quasi tutti e che non sono mancate Serenata Lacrimosa (con tanto di bis finale), Bar della rabbia, Vivere la vita, Statte zitta e Osso di seppia. Quel che vorremmo raccontarvi è ciò che abbiamo pensato guardando lo spettacolo. La prima novità è proprio questa: siamo riusciti a pensare durante uno spettacolo musicale di due ore e mezzo che non ha mai,  sottolineiamo mai, lasciato spazio alle parole. Questo è il primo pregio e il primo limite di Andando al Monte tour. Pregio perché abbiamo potuto assistere, di fatto, a uno spettacolo teatrale: teatrale la scenografia, teatrale la profondissima e affascinante voce di Mannarino, teatrali (e bravissimi) i musicisti e ovviamente teatrali le canzoni e l’idea sostanziale. Difetto perchè proprio l’idea sostanziale non solo era ben nascosta e difficile da scovare, ma anche perché uno spettacolo del genere è possibile solo quando per i molti interrogativi lanciati si è in grado di dare una propria risposta. Allo spettacolo di ieri sera è mancata la tonica finale, la chiusura del cerchio, qualcosa che doveva esserci ma non c’è stato.

Mannarino

Fonte: Facebook ufficiale Mannarino

LA FILOSOFIA DEL PONTE – Sul palco, dietro i musicisti, c’erano due alberi e un ponte sul quale compariva spesso la donna di cui Mannarino ha raccontato la storia. Proprio il ponte c’è sembrato una metafora importante dello spettacolo. Un ponte unisce, certo, ma rappresenta anche il superamento di un ostacolo. Il punto è il modo in cui l’ostacolo è superato. Mannarino ieri sera non è mai salito sul ponte se non per far guadagnare la scena alla bravissima Simona Sciacca. Collocato nella ‘corrente’ egli vive ciò che canta e sa di cosa parla, anche quando critica ferocemente stato e religione. La gran parte del pubblico, invece, resta sul ponte, si appropria di parole senza sapere, senza una profonda riflessione. La faccia felice di Alessandro Mannarino davanti al pubblico di Roma che canta le sue canzoni a squarciagola è impagabile e giustamente felice e commossa, forse incurante, però, del reale significato che quelle parole hanno per chi le ripete.

L’ASCESA AL MONTE E UNA META CHE (ANCORA) NON C’È – Ci troviamo a riflettere sulla critica alla religione. Lo spettacolo è iniziato con uno scimmione vestito da cardinale. Ci sta, ma poi? Il testo cardine dell’intero album, Al Monte, appunto, non è altro che la base del messaggio cristiano. Sant’Agostino scrisse la famosa epistola Ascesa al Monte Ventoso, prevedendo l’abbandono della realtà per un’elevazione spirituale. Per Sant’Agostino (o anche  per Dante) la meta era la conoscenza di Dio, nello spettacolo di Mannarino è ‘un non so che’. Il viaggio è un viaggio di ricerca ancora non terminato, di interrogativi continui, di scatti in avanti e passi indietro. Dire che è l’Amore a salvare la situazione, a questo punto, non è più sufficiente, Mannarino non può più permetterselo, sarebbe riduttivo per la sua opera e lo dimostra proprio lo spettacolo che sta portando in tour (e che noi vi consigliamo di vedere). Quando quest’ abilissimo cantastorie sarà in grado di arrivare a smuovere un pensiero profondo, un interrogativo intimo e allo stesso tempo dare una sua ‘versione dei fatti’ allora potrà collocarsi, di diritto e senza alcuna titubanza, nell’olimpo del cantautorato italiano; riaprendo definitivamente la strada al ritorno del teatro canzone.


LE PROSSIME DATE DI ‘ANDANDO AL MONTE TOUR’ - 
 Mannarino sarà in giro tutta l’estate con il suo tour le prossime date saranno: Cassino, il 22 luglio, Marina di Pietrasanta il 30, seguiranno Agropoli  il 2 agosto, Lecce il 13 agosto e prima di concludere con una nuova data a Roma, il cantautore porterà i suoi versi nella splendida cornice del teatro greco di Taormina. Tutte le news e le informazioni sul sito ufficiale www.alessandromannarino.it

Serena Prati
@Se_Prati 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews