M5S, Pepe a Grillo: ‘dureremo una legislatura’

adele gambaro (senato.it)

La senatrice Adele Gambaro, dissidente grillina (senato.it)

Roma – Le polemiche nel Movimento 5 Stelle non si placano; dopo la “scomunica” della senatrice Gambaro, rea di aver messo in discussione il ruolo del leader politico Grillo, e dopo il sondaggio d’opinione sulla figura del capo proposto dallo stesso Grillo, oggi si aggiunge una nuova tessera, con le parole del senatore Pepe, che identifica nella «troppa dipendenza dal capo» uno dei principali problemi del partito pentastellato. Tra botta e risposta interni e problemi di gestione dei gruppi, si profila all’orizzonte la possibilità di una scissione tra i parlamentari.

Il caos tra i grillini è ormai un motivo quotidiano delle cronache politiche; esternazioni non coordinate, briglia sciolta su – quasi – tutti i temi, scarsa coordinazione centrale, salvo precipitose ritrattazioni e decisioni tranchant dall’alto. È Bartolomeo Pepe, senatore grillino della Campania, a riaprire le ferite già squarciate ieri: «siamo troppo Grillo-dipendenti – ha dichiarato al Messaggero – e Beppe, anche fisicamente, non può reggere, non dura un’altra legislatura. Ha quasi 65 anni». Un vaticinio di disgrazia per chi ha creduto in questo partito, perché la previsione di Pepe non si ferma a Grillo: «dureremo una legislatura, siamo destinati ad autodistruggerci» ha aggiunto, riferendosi al partito.

Dal Movimento, e dai gruppi parlamentari, la fuga di alcuni dissidenti non sembra così improbabile: dopo il passaggio al gruppo misto di Furnari e Labriola, nei palazzi romani si vocifera di scarso gradimento per i continui attacchi di Grillo a istituzioni e partiti, con opinioni ben diverse all’interno degli eletti sui quali, a norma di Costituzione, Grillo non dovrebbe avere alcuna influenza. Lo testimonia la spaccatura per l’elezione del nuovo capogruppo al Senato, Nicola Morra, passato al ballottaggio con 24 voti a favore e 22 contrari: una spaccatura netta che deve far riflettere.

Il caso-Gambaro, però, non è finito: dopo lo scambio di frecciate di ieri, culminato con la scomunica del lider maximo, ha raccontato la sua esperienza a Repubblica: «ho cercato di chiamarlo. Ho tentato più volte. Niente, non mi ha mai risposto», ha detto, prima di aggiungere «io mi sono scocciata di questi post violenti di Grillo che ci fanno solo del male».

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews