Lutto nella moda: scomparso Sergio Loro Piana

sergio loro piana - lastampa it

Sergio Loro Piana, assieme al fratello Pier Luigi (lastampa.it)

Milano – Un grave lutto ha colpito il mondo dell’alta moda italiana. E’ morto a Milano, Sergio Loro Piana, 69 anni, amministratore delegato dell’omonima azienda, leader mondiale del cachemire.

L’AZIENDA – Sergio Loro Piana era malato da tempo. Vicepresidente e amministratore delegato dello storico gruppo fondato dal nonno Pietro, Sergio Loro Piana è riuscito, assieme al fratello Pier Luigi, a trasformare l’azienda di famiglia in una vera e propria icona del lusso, famosa e apprezzata in tutto il mondo. Il marchio Loro Piana era uno dei fiori all’occhiello del made in Italy: nato come manifattura tessile, con il passare del tempo, la famiglia ha avviato lo sviluppo di una prestigiosa rete di boutique monomarca, con la scelta di produrre anche capi preziosi su misura per i clienti più ricchi ed esigenti.

LA CESSIONE – Lo scorso 8 luglio la famiglia aveva ceduto l’80% dell’azienda al gruppo francese Lvmh: un’operazione dal valore complessivo di 2 miliardi di euro. La vendita, che non aveva mancato di suscitare qualche polemica per la cessione all’estero di una perla del made in Italy, si era conclusa lo scorso 5 dicembre con il closing dell’operazione. La notizia della morte di Sergio Loro Piana fa ipotizzare che dietro alla cessione dell’azienda al gruppo francese ci fossero proprio le sue condizioni di salute.

LA CONTINUITA’ – Loro Piana aveva tuttavia mantenuto la carica di vicepresidente, assieme al fratello, in rappresentanza della famiglia, e aveva continuato a lavorare con la nuova proprietà «in uno spirito di continuità». «Sono due miliardi che entrano nel Paese – aveva commentato all’indomani della cessione al gruppo francese -. Ma la nostra scelta non è stata decisa dai soldi, che pure contano. Abbiamo capito che, nonostante gli straordinari risultati raggiunti, per la competizione che si è scatenata probabilmente non ce l’avremmo fatta da soli. Ora la partita con Hermes è giocabile. Per le nostre fabbriche si aprono spazi importanti, ci sarà quindi più lavoro in Italia».

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews