Luis Enrique ha 3 partite per convincere la dirigenza: De Rossi chiede tempo

Roma - Per ora si va avanti con “convinzione” con il progetto Luis Enrique. Niente esoneri e niente dimissioni. Il dissenso dell’ambiente non condizionerà i dirigenti della Roma che hanno confermato l’intenzione di “tenere la barra dritta finché è possibile”, per dirla alla Baldini.

Di certo pero’ quella per Luis Enrique è una fiducia condizionata ai prossimi risultati che per la sfortuna del tecnico dovranno arrivare nelle prossime complicate partite con Juve e Napoli.
Per il momento si vogliono ricordare solo le cose buone che la squadra ha costruito in questi primi mesi di approccio al nuovo calcio e della terrificante gara di Firenze si provano ad evidenziare esclusivamente il carattere e l’atteggiamento propositivo mantenuto dalla squadra nel primo tempo nonostante l’inferiorità numerica. Ed in effetti non si può certo incolpare l’allenatore sui due clamorosi errori commessi da difensori esperti come Juan e Heinze.

Il tecnico spagnolo oggi ha radunato la squadra per un faccia a faccia da cui è uscito rafforzato dalla fiducia che lo spogliatoio gli ha rinnovato. Subito dopo tutti al lavoro e poi le parole del leader di questa squadra, quel Daniele De Rossi centrale nel progetto Roma ma ancora senza un nuovo contratto, un altro di quei casi che certo non aiuta a dar fiducia all’ambiente e comincia forse ad infastidire anche qualche tifoso.

De Rossi, analizzata la situazione, ammette: “Se la Roma arrivasse tra le prime tre, sarebbe un miracolo sportivo. Dobbiamo provaci. Luis Enrique? E’ difficile trovare similitudini con altri allenatori, ma se devo proprio fare un nome, dico Spalletti. Con lui, abbiamo iniziato a giocare veramente bene dopo Natale: a volte c’è bisogno di tempo”.

Parlando dei nuovi acquisti De Rossi, che in una precedente intervista aveva detto di esser rimasto impressionato dalle qualità di Josè Angel, ha oggi voluto spendere parole di elogio per il trequartista Pjanic, senza dubbio uno dei migliori di questo inizio stagione dei giallorossi. “Nonostante sia veramente un bambino, ha una personalità, un carattere e un carisma da veterano e credo che bisognerebbe tenerselo stretto”, queste le parole di capitan futuro.

Redazione

foto: calciomalato.blogosfere.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews