LOVE 2. Gli AIR viaggiano indietro nel tempo, confermando il presente

Esce il nuovo album del gruppo divenuto famoso grazie alle colonne sonore dei film di Sofia Coppola. Il disco è prodotto da Nigel Godrich, già produttore dei Radiohead

Air-music-aw06Lasciando alle spalle sonoritá orientali, scenari caldi e  cinematografici del ben noto “Pocket Symphony“, il duo francese AIR torna alla ricerca di una miscela che non poco si distacca dagli ambienti stellari del famoso “Moon Safari“. L’album si chiama Love 2, un nuovo viaggio, in una dimensione che ha il sapore del passato ma che conferma il presente, accompagnato da sonorità innovative e sperimentali, nella ricerca e nella produzione, mantenendo fedelmente il loro intramontabile stile. Cori tondi si innalzano sopra chitarre che fanno da letto ad una mistura di impercettibili, semplici accenti di luce nelle note di “Sing Sang Sung” singolo di “lancio” del nuovo album, passando per scenari freddi con picchi alti, di moog, di valvole e chitarre distorte di “Do the Joy“, brano di apertura di Love 2.

In “Love” i ritmi riscaldano i sensi, attraversando il sapore di avventura, semplicitá e serenitá. Solari, con ritmi latini, pad angelici, e distorsioni dello scorrere del tempo, galleggiando nel piacere di ascoltare un altro grande lavoro portato a termine. Ma non è tutto. Inutile svelarvi gli scenari che ogni brano può evocare, tocca  a voi scoprirlo.
Quello che c’è ancora da sapere è che dal 1995 Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel, fondatori del duo AIR, nascono con la prima mini-produzione “Premières Symptones” ma volano ai piani alti con “Moon Safari“, attualissima produzione sempre verde in perfetto stile AIR, nel loro electro-trip hop minimalista vintage, psichedelico ed emozionante. Da quella data a oggi sono ben 7 le produzioni del duo francese, che non smette di stupire. La curiositá risiede nelle loro attitudini, Dunckel era un appassionato di musica classica e Godin aveva uno stile prettamente dedicato all’elettronica e alla ricerca di suoni sintetizzati e minimalisti, e da li la genesi.

air_nuovoalbumL’acronimo del loro nome AIR deriva essenzialmente dalla miscela di tre cose: Amour, Imagination, Rêve (Amore, Immaginazione, Sogno). Emozioni e sensazioni che vengono trasmesse in ogni attimo, in tutti i brani che hanno composto negli oltre 10 anni di carriera.

Non resta quindi che correre a comprare l’album, mettersi comodo, creare l’ambiente adatto, condividerlo con una persona speciale o anche da soli, e poi lasciarsi andare.

Buon ascolto a tutti.

Andrea Emma

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a LOVE 2. Gli AIR viaggiano indietro nel tempo, confermando il presente

  1. avatar
    Zion 15/10/2009 a 13:16

    Li adoro, non posso fare a meno di ascoltarli mi fanno viaggiare!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews