Lo scherzo pornografico alla candidata tedesca per le Europee

Sui cartelloni elettorali sono comparsi i link a un video pornografico intitolato come il motto della candidata: l'amore non ha confini

pornografico

Alexandra Thein, la candidata alle Europee per Fdp in Germania (notaries-of-europe.eu)

Berlino – “L’amore non conosce confini” è un motto elettorale di un certo effetto; il problema è che coincide con il nome di un video pornografico. A scoprirlo, suo malgrado, è stata Alexandra Thein, eurocandidata tedesca per l’Fdp, che si è trovata i propri manifesti invasi dai collegamenti diretti al sito pornografico.

L’AMORE SENZA CONFINI – La candidata del partito centrista – Fdp è il partito dei Liberal democratici tedeschi, il Freie Demokratische Partei – aveva scelto un motto ad effetto per la sua campagna elettorale, puntando anche su quello nella corsa al Parlamento europeo. Invece si è trovata a copiare lo slogan usato da un noto sito pornografico per un video, che non ha esitato a cogliere l’occasione per farsi pubblicità.

pornografico

Uno dei manifesti marchiati con il QR pornografico (giornalettismo.com)

DALLO SLOGAN AL CODICE QR – A scatenare la polemica è stata l’affissione di un codice QR ai cartelloni elettorali: anziché rimandare al sito della candidata, come faceva quello originale, il nuovo codice QR porta direttamente a un video sul sito pornografico.
I codici QR sono leggibili, tramite l’apposita app, dai telefoni cellulari e dagli smartphone e consentono a questi strumenti di navigare direttamente a un contenuto web. I manifesti erano già dotati di un loro codice ma gli autori dello scherzo hanno sovrapposto e aggiunto quello nuovo e piccante.

SESSO DI GRUPPO – Il video, che ha proprio come titolo “L’amore non conosce confini”, ha una durata di 22 minuti e racconta un incontro di sesso di gruppo tra uomini e donne di diversa provenienza. Lo scherzo ha ovviamente fatto balzare le visualizzazioni, raggiungendo lo scopo che probabilmente si erano prefissati gli ideatori della trovata.

REPLICA DEL PARTITO – Com’era ovvio attendersi, il partito della Thein non ha gradito l’accostamento: il portavoce Thomas Reiter ha parlato di «atti di vandalismo e un attacco al partito», mentre la stessa Thein ha definito «disgustosa» la trovata che ha colpito i suoi cartelloni elettorali. Tuttavia l’iniziativa non è stata denunciata alle forze di polizia.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews