L’irriverente orsacchiotto Ted ritorna al cinema con “Ted 2″

Lo scalmanato e strafatto orsacchiotto creato dal papà dei Griffin Seth MacFarlane torna al cinema il 25 giugno in "Ted 2". Vi raccontiamo il film in anteprima

ted 2 prev

Ted 2 arriverà nelle nostre sale il 25 giugno, in contemporanea con l’uscita americana (foto: iradio.ie)

Con un totale di circa cinquecento milioni di dollari incassati in tutto il mondo, era semplicemente impossibile pensare che Ted, il film d’esordio da regista del papà della famiglia Griffin, Seth MacFarlane, non avrebbe avuto un seguito. Presto detto, Ted 2, il sequel del film sulle avventure dello scalmanato orsacchiotto parlante e del suo “rimbombamico” John, interpretato da Mark Wahlberg, arriva nelle nostre sale questo giovedì, il 25 giugno, distribuito da Universal Pictures, in contemporanea con l’uscita americana.

TED 2 – LA TRAMA – Dopo esser convolato a nozze con la sua dolce metà Tami-Lynn (Jessica Barth), l’orsacchiotto Ted (Seth MacFarlane) vuole adottare un bambino per ricucire il rapporto con sua moglie dopo un brutto litigio, ma il destino vuole che la sua richiesta coinvolga l’intero sistema burocratico americano: lo stato del Massachusetts, infatti, revoca all’orsacchiotto tutti i suoi diritti, dichiarandolo ufficialmente un “bene di proprietà” e non più una persona. Insieme all’amico John (Mark Wahlberg), Ted si rivolge allora a Samantha (Amanda Seyfried), giovane avvocato alle prime armi (con una discreta inclinazione per i bong pieni di marijuana), per intentare causa allo Stato e vedersi di nuovo riconosciuti i propri diritti. Le loro disavventure porteranno alla fine l’improbabile trio al Comic-Con di New York, dove una vecchia e diabolica conoscenza attende però l’irriverente orsacchiotto.

Ted (Seth MacFarlane) e John (Mark Wahlberg) in una scena del film

Ted (Seth MacFarlane) e John (Mark Wahlberg) in una scena del film

UN ORSACCHIOTTO POLITICALLY INCORRECT – L’irriverenza di Seth MacFarlane, la sua comicità non-sense politicamente scorretta e le situazioni da commedia slapstick, spesso infarcite di citazioni e rimandi cinematografici (tutti elementi che i fan de I Griffin, American Dad e The Cleveland Show ben conoscono) sono indiscutibili: non si può guardare una puntata della nota serie TV animata senza ridere sguaiatamente. Almeno da questo punto di vista, quindi, Ted 2 non deluderà i fan (la citazione di Jurassic Park, con tanto di tema musicale davanti a un prato tutt’altro che “giurassico”, ad esempio, e il cameo di Liam Neeson, con i suoi problemi esistenziali elaborati su una scatola di cereali, sono solo due dei momenti più divertenti del film), sebbene, rispetto al primo film, i momenti comici siano intervallati da più di una pausa eccessivamente tediosa, complice la lunghezza eccessiva della pellicola (che sfiora quasi le due ore). Ted 2 somiglia, per certi versi, più a Un milione di modi per morire nel West (il secondo film di MacFarlane, in cui comparivano per altro anche Liam Neeson e Amanda Seyfried, e che, soprattutto in Italia, non ha goduto di un gran successo al botteghino) in cui il ricco sottotesto di rimandi e citazioni cinematografiche e situazioni non-sense, con annesse irriverenti battute al vetriolo perdeva smalto a causa di una (forse voluta) scarsa attenzione al ritmo narrativo complessivo.

Ted 2 è pertanto un film meno riuscito del suo predecessore, non potendo più sfruttare appieno la (a dir poco originale) idea di partenza dello strafatto e irriverente orso di peluche parlante (ispirato sicuramente al cane Brian della famiglia Griffin) e facendo affidamento solo a qualche (seppur geniale) momento di comicità, ma il cui ritmo non riesce a reggere la durata complessiva della pellicola che, in sintesi, odora un po’ , inevitabilmente, di “già visto”.

(Foto: velvetcinema.it)

David Di Benedetti

@davidibenedetti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews