Pezzenti con il papillon, un racconto moderno dallo spirito classico

La copertina di Pezzenti con il papillon, l'eBook di Lorenzo Bises

In un recente approfondimento abbiamo visto come, attraverso gli strumenti moderni come ad esempio Amazon, la possibilità per scrittori amatoriali di tentare la fortuna nel mondo della letteratura sia stata aperta e concessa a tutti, e a questo proposito vogliamo proporvi la recensione di un libro che ci ha colpito sotto diversi aspetti, ma prima dobbiamo partire da una premessa fondamentale.

Pezzenti con il papillon è il blog di un giovane, laureato da qualche tempo in Storia dell’arte, che da tempo immemore invade – nel senso più positivo del termine – la rete con narrazioni tragicomiche della sua esistenza, di eccellenti disamine sul costume e sulla moda, e di pareri personali ma straordinariamente condivisibili sui grandi temi della società contemporanea, in una commistione tra serio e faceto che susciterà le simpatie di molti.

Parte – la migliore, si può dire senza paura di essere smentiti – di queste grandi e piccole perle di saggezza sono state raccolte e assurte a dignità di libro – libro elettronico si intende – e resa disponibili all’acquisto per una somma assolutamente democratica proprio sul sito web di Amazon.

Qui, divisi in parti che richiamano un preciso e impreciso ordine cronologico, troviamo le vicissitudini dell’autore, un «pezzente con il papillon» che trae origine da una importante famiglia che ha vissuto tra la Capitale e la sua provincia per diversi secoli, tristemente colpita dalle leggi razziali emanate nel lontano 1938 e dalla persecuzione nazista, che sopravvive a questi anni difficili e si trova a fare i conti con delle realtà diverse, più modeste, ma impregnate di quella classe e quell’eleganza che l’autore veste con serafico portamento.

Un figlio della contemporaneità, che si destreggia tra i dilemmi di qualsiasi universitario che conta i pochi euro a sua disposizione, e che decide di intraprendere il percorso dell’Erasmus, nel pieno della scoperta di una relazione sentimentale. Sei mesi lontano da casa, dagli affetti familiari e dagli amici, per immergersi in una novità che lo segnerà profondamente, e lo renderà ancora più ricco in termini di esperienza e sentimenti umani.

Emerge così un quadro pittoresco di questo lungo viaggio studio, segnato dal rapporto impossibile con la cucina, dalla ricerca estenuante del risparmio, pur mantenendo un’impronta che lo contraddistingua dalla massa. Il nostro autore riesce così a emergere, è un primus inter pares senza (forse?) accorgersene, e divenire un punto di riferimento in quel calderone di stili, di persone, di culture che si aggrovigliano come i cavi dietro al televisore che ciascuno ha in casa, e che tanto ci fa dannare quando è tempo di pulizie.

I sentimenti, le emozioni, i ricordi dell’infanzia, la ricchissima storia di famiglia. Tutto viene dato in pasto al lettore con uno stile nuovo, fresco ma attento, scorrevole ma capace, realistico come è sempre più raro trovare nella scrittura anche di autori ben più quotati, e spesso ci si domanda se a merito. Una ventata di aria fresca, come un alito di tramontana che spazza via nuvole e smog, e fa respirare per qualche ora una pulizia attesa da troppo tempo.

Pezzenti con il papillon è una lettura da fare per numerosi motivi: non è costosa, non sottrae troppo tempo al tran-tran quotidiano, ma anzi arricchisce quelle poche ore in sua compagnia di sentimenti tra loro contrapposti, che sono la riproduzione esatta di quelli provati e vissuti dal suo giovane, ma così bravo, autore e creatore. Tutti, in fondo, siamo capaci di scrivere qualcosa, ma Lorenzo è salito un gradino più su, creando il suo tipo di scrittura, e mettendo noi lettori nelle condizioni di ringraziarlo, perché ci ha reso partecipi della sua vita, e del suo talento, ma soprattutto perché ci ha offerto un quadro poetico, ma non per questo aulico, della normalità che impregna tutti noi.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews