Lesula, la scimmia dal volto umano che conquista il mondo

Un esemplare di Lesula

Certamente è suo il volto più cliccato di oggi sul web e non stiamo parlando di una star del cinema o dello spettacolo, ma di una tenera scimmietta, o meglio Lesula o Cercopithecus lomamiensis volendo usare il nome scientifico, emersa dal cuore della foresta pluviale del Congo. Ci sono voluti 5 anni di ricerche e appostamenti ma alla fine John e Terese Hart, parte di un team di ricercatori della Fondazione Lukuru del Congo e del Museo Peabody degli Stati Uniti, hanno potuto presentare al mondo questo animale.

Come molti primati ha arti lunghi e la corporatura sottile, mentre ciò che lo distingue è l’espressione, vicina a quella umana come poche altre. Gli scienziati hanno osservato la vita e le abitudini di un gruppo di 48 esemplari in un’area circostante il bacino del fiume Lomami dopo aver, nell’ormai lontano 2007, potuto vedere in cattività un primo esemplare femmina di questa scimmia.

Si tratta di una scoperta eccezionale non solo per il singolare volto umano del Lesula, ma anche perchè l’analisi del suo codice genetico ha dimostratoi che si tratta di una nuova specie di scimmia africana prima sconosciuta. Entusiasta l’antropologo Andrew Burrell della New York University («Questa scoperta potrebbe essere solo la prima in quest’enome foresta tropicale poco conosciuta») e soddisfatti i ricercatori che hanno avuto l’occasione di confrontarsi con un animale dall’indole tranquilla e pacifica, che vive in piccoli gruppi famigliari (maschio, femmina e un cucciolo): pare insomma che – tranne forse che per il carattere docile  – il Lesula condivida con l’uomo non solo il musetto.

Sconosciuto fino a ieri il Lesula rischia però di diventare in breve un ricordo del passato. Perchè? Come molti animali del luogo questa scimmia viene cacciata per la sua carne e il pericolo di estinzione è sempre in agguato: a questo proposito i coniugi Hart e i loro collaboratori hanno già proposto di  istituire un Parco Nazionale del Lomami dove tutelare questi esseri viventi e l’equilibrio del loro habitat.

Laura Dabbene

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews