L’Esorcista, il terrore torna al cinema

Locandina del film

Era il lontano 1973, e nelle sale cinematografiche di tutto il mondo uscì un film destinato a influenzare l’immaginario di una generazione in maniera indelebile. Molti ricordano ancora le notti insonni passate a guardarsi intorno con occhi sbarrati, con il terrore che il proprio letto potesse iniziare a muoversi da un momento all’altro, o che i mobili iniziassero a produrre strani rumori. C’è anche chi, spavaldo, afferma di aver riso per tutta la durata della proiezione, ma, checché se ne dica, L’Esorcista di William Friedkin rimane uno dei più discussi e memorabili film horror della storia del cinema.

La trama del film, tratto dal best seller di Wiliam Peter Blatty, è ben nota: durante una spedizione archeologica in Iraq viene dissotterrata una statuetta che raffigura un volto demoniaco. Intanto Chris (Ellen Burstyn), una giovane attrice divorziata, si trasferisce a Georgetown insieme alla figlia dodicenne Regan (Linda Blair) per le riprese di un film. La piccola trova in casa una tavola ouija e di lì a breve strani fenomeni cominciano a verificarsi: il letto di Regan prende a muoversi da solo, la bimba inizia a dare segni di squilibrio, parlando lingue antiche e urlando sfrontati insulti. Tutti gli specialisti da cui la piccola viene esaminata non riescono, però, ad aiutarla. Chris decide allora di rivolgersi a padre Merrin (il fantastico Max Von Sydow), un noto esorcista. Sarà l’inizio di un incubo.

Tante sono le storie e le leggende metropolitane che hanno inevitabilmente accompagnato il fenomeno de L’Esorcista, con il probabile intento di amplificarne la portata mediatica e aumentare gli incassi al botteghino. Una di queste fu la cosiddetta “Maledizione dell’Esorcista”: diverse persone che avevano in qualche modo a che fare col film morirono in circostanze misteriose, un incendio distrusse varie parti del set, le due attrici protagoniste riportarono vari problemi alla schiena, senza contare l’esaurimento nervoso di cui soffrì Linda Blair alcuni anni dopo.

Per chiunque voglia provare di nuovo un po’ di sano terrore (e, perché no, sperimentare se la Maledizione abbia un fondo di verità), il 19 giugno, solo per un giorno, L’Esorcista tornerà nelle sale italiane (a quarant’anni dall’uscita del 1973), distribuito dalla Nexo Digital. Lunedì 10 giugno il film aprirà il Fantafestival di Roma per una serata gratuita a ingresso libero alla Casa del Cinema a Villa Borghese. La serata, che si aprirà alle 18.30, vedrà tra i suoi protagonisti Ruggero Deodato, Cosimò Alema, Antonio Manetti, Sergio Stivaletti e X e Y, che tratteranno il tema dell’esorcismo in conferenza stampa. A seguire, alle ore 21, verrà proiettato il film nella versione director’s cut digitale. Un appuntamento che i fan dell’horror non possono certo farsi sfuggire.

David Di Benedetti

@davidibenedetti

[youtube]http://youtu.be/NOUiIhbhr3E[/youtube]

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews