Lavoro: ecco cosa cercano maggiormente le aziende

untitled.2Roma – Capacità tecnica? Professionalità? Sono queste le competenze che le aziende maggiormente ricercano in un giovane candidato alle prime armi con la ricerca del lavoro? Anche. Ma non sono quelle prioritarie. Secondo una ricerca di ManpowerGroup, infatti, le competenze più importanti sono altre. Vediamo quali.

L’INDAGINE – Manpower ha recentemente svolto un’indagine in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze al fine di creare le basi per lo sviluppo di un osservatorio nazionale sulle competenze trasversali (o soft skills) riconosciute e richieste dal mercato del lavoro. La ricerca, che ha coinvolto oltre 600 aziende di tutta Italia, rivela che le tre competenze chiave indispensabili per un giovane alle prime esperienze lavorative sono la collaborazione o il cosiddetto team working, cioè la capacità di saper lavorare in un gruppo, l’orientamento al risultato ossia la capacità di non arretrare di fronte alle difficoltà e il pensiero ideativo, o capacità di innovazione, cioè la flessibilità e capacità di mostrare interesse e curiosità verso le nuove opportunità. E’ un risultato che sorprende. Infatti, oggi come oggi sono le competenze cosiddette trasversali quelle che creano il vero valore aggiunto. Le qualità professionali di un individuo in termini di capacità e abilità, doti professionali e personali, ma soprattutto gli atteggiamenti, sono ciò che le aziende desiderano maggiormente in quanto sono durature, innate; mentre la capacità tecnica, per esempio, si acquisisce mano mano con il tempo e l’esperienza.

ALTRE COMPETENZE PER IL FUTURO - Queste competenze sono state pensate in ottica evolutiva sui 3 livelli di ruoli organizzativi fondamentali: ruoli operativi, ruoli manageriali e ruoli dirigenziali. Inoltre, sempre secondo la ricerca, è stato selezionato un elenco di nuove competenze che occorrerà sviluppare in futuro in modo trasversale a tutti i ruoli per far fronte efficacemente ai cambiamenti del contesto socioeconomico attuale e dei prossimi anni. L’agilità, intesa come l’essere capaci di svolgere più attività contemporaneamente e generare idee valide e innovative per il proprio contesto è sicuramente la competenza più richiesta, insieme all’ etica professionale come capacità di valutare l’impatto delle proprie azioni sugli altri nel rispetto di norme giuridiche e morali e l’integrazione organizzativa, ossia la capacità di adattamento al contesto lavorativo di riferimento diventano essenziali per individuare velocemente i corretti referenti e avviare collaborazioni proficue.imagesCAR1SNW4

CHI HA RISPOSTO ALL’INDAGINE- Il 67% delle aziende che ha risposto all’indagine rispondenti è localizzato nel Nord Italia e complessivamente il 59% è rappresentato da aziende con sola sede in Italia, mentre il 41% appartiene ad una multinazionale presente anche con altre sedi fuori dal territorio italiano. La distribuzione dei ruoli aziendali è piuttosto equa nelle percentuali degli impiegati, dei manager e dei dirigenti che hanno risposto all’indagine in prevalenza provenienti dalla funzione Risorse Umane (oltre il 50%). Il campione che ha risposto all’indagine risulta abbastanza omogeno rispetto alla distribuzione geografica delle aziende sul territorio, alla localizzazione su base nazionale, piuttosto che internazionale e con riferimento alla classe dimensionale.

UTILITA’ DELL’ INDAGINE- Il risultato di questa indagine sarà utile sia per le aziende sia per chi cerca lavoro. Infatti, le aziende potranno così definire i propri modelli di competenze e le soft skills necessarie al fine di impostare efficacemente i processi di selezione e di valutazione del potenziale e sviluppo interno. Dall’altro lato, i candidati che intendono proporsi alle aziende, grazie a questo osservatorio, sanno ora quali sono le caratteristiche ricercate e quali sono le competenze da sviluppare per avere maggiori possibilità di crescita all’interno dei contesti organizzativi. Allora, in bocca al lupo a tutti e due!

 Chiara Campanella

Foto via blog.tagliaerbe.com comune.caorle.ve.it; giovanisalerno.it-

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Lavoro: ecco cosa cercano maggiormente le aziende

  1. avatar
    Eleonora 26/02/2014 a 16:26

    Verissimo! Pensare che a me per uno stage, chiamarono non per i miei titoli ma grazie al fatto che gestivo un sito di notizie sul mondo dei motori e relativi account sui social network

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews