La vera storia del Natale

Una festività dalle antichissime orgini che diventa il trionfo del dio denaro. Siamo ancora in tempo per rimediare?

di Silvana Brandi

nativitaPer chi si avvicina alla “Via della Spiritualità” è importante avere una maggiore consapevolezza del significato di questa festa non accontentandosi delle apparenze ma ricercandone la Verità, il significato più profondo. Nella tradizione cristiana il Natale ricorda la nascita di Gesù, ma le origini sono molto più antiche. I Celti festeggiavano il solstizio d’inverno, il giorno più corto dell’anno, come il passaggio da un ciclo stagionale ad un altro. I Romani dal 17 al 23 dicembre, celebravano i Saturnalia, un periodo di pace in cui si sospendevano lotte e tensioni sociali per feste e banchetti: in questi sette giorni, celebrando Saturno, dio dell’agricoltura, la popolazione si dava alla pazza gioia. Ci si scambiavano dei doni e i ruoli venivano ribaltati: gli schiavi venivano serviti dai padroni e potevano addirittura canzonarli. Nel 274 d.C. l’imperatore Aureliano proclamò il 25 dicembre festa del Sole, o meglio, festa della Vittoria del Sole (Dies Natalis Solis Invicti), già di antichissime origini egiziane, legata al culto di Mithra, divinità della luce  e del sole. Si accendevano ovunque fuochi e ci si scambiavano doni di ogni tipo.

Il motivo per cui la festa del Sole si celebrava in inverno anziché in estate, come sembrerebbe più logico, è semplice: il 25 dicembre cade pochi giorni dopo il solstizio d’inverno, cioè quando le giornate già cominciano ad allungarsi. Per i romani erano le divinità della Luce che sconfiggevano quelle delle Tenebre, la vittoria del bianco sul nero, l’inizio della purificazione che il divino opera sulla materia. La chiesa cristiana scelse la data del 25 dicembre come giorno di nascita del Cristo per cristianizzare questa festa pagana molto sentita dalle masse popolari.
E così l’imperatore Costantino (280-337) riunì il culto del Sole, di cui egli era il figlio protetto, e il culto al dio Mithra con il cristianesimo. In un calendario liturgico romano risalente al 354, si menziona la festa al 25 di dicembre: Tuttavia la celebrazione del Natale già era conosciuta Roma intorno al 336, dopo che la festa più antica dell’Epifania (manifestazione) era stata trapiantata dall’Oriente in Occidente. Da Roma il Natale si diffonde in Africa, in Spagna e nel Nord Italia, ma è solo sotto l’imperatore Giustiniano (527- 565 d.C.) che il Natale viene riconosciuto come festa legale per l’Occidente.

È il Bambino, che venendo al mondo, inaugura una nuova vita e porta la Luce a tutti gli uomini. Il racconto della natività si trova nel Nuovo Testamento, in particolare nei Vangeli di Matteo e Luca: mentre il primo descrive brevemente l’annunciazione e la nascita, il secondo racconta la storia con i pastori, gli angeli che annunciano la nascita, la stella cometa, i Magi.

Le usanze dei nostri popoli, che ancora si conservano con difficoltà nella nostra memoria collettiva, sono minacciate dalla globalizzazione e, purtroppo, ogni giorno sono messe alla prova da chi, complici i mass-media e la pubblicità, vuole trasformarci tutti in automi senza radici .

regaliE’evidente che, il 25 dicembre, la maggioranza di noi occidentali, festeggia solamente il dio denaro, con somma gioia dei poteri forti e delle grandi multinazionali. Sono loro gli unici a festeggiare davvero.

Dovremmo sgombrare il campo natalizio dall’esaltazione consumistica, dalle esagerazioni alimentari e dalle ipocrisie pseudo-altruistiche, per cercare di ritrovare il vero spirito che deve animare il Natale. Simbolo di un vero  cambiamento, di una  rinascita in pace e serenità.

BUON NATALE A TUTTI

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews