La Roma senza Zeman, tra anarchia e confusione mentale

zeman_roma

Zdenek Zeman: esonerato lui, i problemi della Roma rimangono (ilmurodellosport.com)

La prima Roma del dopo-Zeman, nonostante le rassicurazioni sulla nuova compattezza, la versatilità tattica del nuovo responsabile tecnico e i comportamenti finalmente regolamentati, perde malamente a Genova denunciando gli stessi problemi, se non addirittura peggiorati, dell’ultimo periodo con il boemo in panchina.

Quel che lascia allibiti è il tentativo dei dirigenti giallorossi di fare tutto e il contrario di tutto: prendo Zeman ma non lo sostengo, lo caccio a parole ma non nei fatti, alla fine lo caccio ma non lo sostituisco, anzi no, forse sì, si vedrà.

Anche se, in fondo, è addirittura comprensibile la scelta di puntare su un traghettatore come Andreazzoli, che non ha tuttavia il curriculum per allenare una squadra così forte e soprattutto così problematica, la sensazione che emerge dalle ultime uscite di Baldini e Sabatini è la totale assenza di chiarezza sulle loro intenzioni. Dall’esterno, con tutto il rispetto per l’ottimo professionista Andreazzoli, sembra quasi che il Dg e il Ds abbiano per forza di cose scelto una soluzione interna, quasi per avere maggiore discrezionalità nelle scelte dell’allenatore, dopo aver visto Zeman andare inesorabilmente contro alcune chiare scelte societarie come Stekelenburg e De Rossi.

Le voci all’esterno parlano di Panucci allertato per il futuro prossimo, mentre il campo racconta di una squadra anarchica e psicologicamente fragile, capace di complicarsi la vita da sola litigando per un rigore. Incredibile l’atteggiamento di Osvaldo, che toglie il pallone dalle mani di Totti in un momento delicatissimo, permettendosi addirittura di sbagliare in un modo balordo il tiro dal dischetto.

Peggio dei giallorossi sul campo del Ferraris solamente l’allenatore della Sampdoria Delio Rossi, che invece di essere la guida e l’esempio per i suoi ragazzi si lascia trascinare in polemiche squallide sul campo. Dopo il vergognoso episodio delle botte a Ljajic lo scorso anno, arriva il gestaccio a Burdisso: ci sono poche cose peggiori di non avere l’allenatore, tra queste c’è averne uno del genere.

Andrea Corti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews