Per la rivoluzione ci vuole il tempo… di una tazza di tè

Tea Free Party

Giuseppe Spadafora, in arte Guisepi

Offrire una tazza di tè può creare un cambiamento? Secondo l’esperienza di Giuseppe Spadafora, in arte Guisepi si, eccome. A bordo di un vecchio scuolabus, Guisepi viaggia attraverso l’America del Nord, offrendo una tazza di tè, un momento di conversazione, un libro. Perché lo fa? Per coltivare il senso della comunità, la pace, la salute psicofisica delle persone, la sostenibilità e le genuine interazioni umane.

LA STORIA DEL FREE TEA PARTYCorre l’anno 2006: Giuseppe Spadafora lavora come video editor a Hollywood. Durante una breve pausa, mentre beve una tazza di tè sul suo camioncino con il portellone aperto, offre spontaneamente, senza pensarci troppo su, una tazza di tè a tutti quelli che gli passano davanti: nessuno rifiuta. Da allora, va avanti per tre mesi a offrire tè in Hollywood Boulevard, rendendosi conto di quanto una semplice tazza di tè rende inesistenti le differenze di colore, di genere, di classe tra le persone.

La casa del tè di Guisepi

La casa del tè di Guisepi

Nel 2008 Giuseppe acquista uno scuolabus e lo trasforma in una casa mobile del tè. In quasi sei anni ha offerto oltre ventitremila tazze di tè. Giuseppe viaggia di città in città, offrendo tè alla gente nelle piazze cittadine, nei parchi, nelle scuole e, da qualche tempo, anche in occasione di eventi, feste di paese, festival vari ai quali viene invitato per la peculiarità del servizio gratuito e non violento che offre. Questo gli ha permesso di collaborare con diverse associazioni, creando non solo uno spazio per il dialogo, ma anche per le letture comunitarie, le proiezioni di film e gli spettacoli musicali. La casa del tè è stata dotata di una piccola biblioteca itinerante, dalla quale tutti possono attingere e tutti possono aiutare a ingrandire, donando un libro.

Free_tea_party_101PER LA RIVOLUZIONE CI VUOLE IL TEMPO DI… UNA TAZZA DI TE’ – L’obiettivo principale del Free Tea Party è quello di riunire persone diverse annullando le differenze, al fine di promuovere un reale legame comunitario e umano come mezzo per una maggiore comprensione. Attraverso queste connessioni, Guisepi spera che le persone possano ispirarsi l’un l’altro, attuando quella lenta rivoluzione di cui il mondo moderno ha tanto bisogno, basata sulla filosofia del dono e sulla condivisione.

Ed è proprio questo il motore dell’iniziativa di Giuseppe Spadafora: la consapevolezza che tutti abbiamo qualcosa da donare e da condividere senza chiedere nulla in cambio, così da prenderci cura di noi stessi e dell’altro e del pianeta sul quale viviamo, intervenendo direttamente sui nostri desideri e bisogni.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Foto: www.freeteaparty.org

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews