La Rai potrebbe perdere i diritti della Formula 1: Cielo e Sky all’attacco

Dopo la MotoGp, Sky sarebbe pronta a fare un'offerta ad Ecclestone per aggiudicarsi anche la Formula 1

Roma – Le piattaforme televisive si contendono le sfide del motorsport internazionale. Se la MotoGp da Italia 1 passerà sulla piattaforma a pagamento Sky mentre la Superbike migrerà sugli schermi di La7 a Mediaset, la Formula 1 potrebbe avere un nuovo padrone da ricercare tra l’emittente di Murdoch e Cielo, sul digitale terrestre. Il fatto che gli appassionati italiani possano veder sparire la Formula 1 dalla televisione di Stato è più di una voce.
Il contratto Rai con la Formula 1 scade a fine 2012 dopo che viale Mazzini ha pagato a Ecclestone circa 35 milioni di euro per poter trasmettere qualifiche e gran premio della stagione in corso, circa poco meno di 1,9 mln di euro a gara. Nonostante le voci di rottura, il boss della Formula 1 si è dichiarato completamente soddisfatto del trattamento che la televisione di Stato italiana ha offerto in questi cinque anni di collaborazione: «Sono soddisfatto del loro lavoro, ma la Rai deve prendere delle decisioni. Posso proporre due scelte: la prima e la conferma totale della televisione pubblica, la seconda è la doppia diffusione su Rai e Sky», ha dichiarato Ecclestone a La Stampa.

Il precedente contratto firmato con Mister E, oltre alla base d’asta dei 35 milioni prevedeva un aumento progressivo del 2% ogni anno, una cifra che dalla prossima stagione e per i tre campionati seguenti si dovrebbe attestare sui 43 milioni di euro ad anno.
Se la voce che voleva Sky come boss pigliatutto dello sport, con la quale i fans sarebbero costretti a sottoscrivere un abbonamento per vedere la Formula 1 in chiaro sembrerebbe essere tramontata, i rumors attuali parlano della possibilità che la Rai e Sky possano dividersi la programmazione, con la televisione di Stato che dovrebbe pagare il 60% del contratto mentre il restante 40% verrebbe accreditato a Sky, che sarebbe pronta a presentare a Bernie Ecclestone un’offerta per avere in esclusiva la Formula 1, e vedere così anche le prove libere del venerdì, per girare i diritti a Cielo per trasmettere le gare della classe regina del Motorsport in chiaro, ma con un netto calo dei telespettatori. Una cooperazione simile a quella alla quale potremmo assistere dal prossimo anno, già è attiva in Gran Bretagna dove Sky si divide le trasmissioni con la Bbc.

Ma i tifosi, in questo periodo di ristrettezze economiche, sarebbero disposti a sottoscrivere un abbonamento alla tv satellitare per seguire la Formula 1? Nonostante il servizio minimal della Rai (mancanza di emissione di prove libere il venerdì), le cifre richieste da Sky andrebbero a incidere sul bilancio familiare, una situazione che non tutti i nuclei sarebbero disposti ad affrontare. Nel caso in cui uno degli sport più popolari del mondo, secondo solamente al calcio, venga limitato nella visione i fans potranno ripiegare sugli streaming video delle emittenti straniere su internet, un’operazione tutt’altro che legale, nonostante sia una pratica comune, non solo per la Formula 1.

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews