‘La guerra dei vent’anni: lo scontro finale’: Mediaset ci riprova

guerra

Karima El Mahroug detta "Ruby" (leggo.it)

A quattro giorni dalla sentenza di primo grado del processo Ruby, nel quale Berlusconi è accusato di prostituzione minorile e concussione, Rete 4 ripropone una nuova puntata de La guerra dei vent’anni, lo speciale sulle vicende giudiziarie di Silvio Berlusconi. La prima puntata, andata in onda circa un mese fa, non aveva ottenuto risultati strabilianti in termini di share e audience.

La guerra dei vent’anni – ultimo atto, andata in onda lo scorso 12 maggio su Canale 5, aveva fatto registrare infatti solo il 5% circa di share. E il giorno dopo la procura di Milano aveva chiesto la condanna di Silvio Berlusconi a 6 anni di reclusione (con interdizione perpetua dai pubblici uffici) per concussione e prostituzione minorile.

Ora, Mediaset ci riprova: giovedì 20, questa volta su Retequattro, andrà in onda in prima serata La guerra dei vent’anni – scontro finale. Se la precedente puntata è stata una ricostruzione televisiva del caso di cronaca, La guerra dei vent’anni: scontro finale ripercorre a pochi giorni dalla sentenza di primo grado l’intricata trama del processo, mettendo a confronto attraverso audio originali e testimonianze dirette le tesi dell’accusa con le prove a discarico presentate dalla difesa. L’obiettivo è riepilogare e rendere comprensibile al grande pubblico tutte le fasi del percorso giudiziario, dal rinvio a giudizio alle arringhe finali.

Cinque anni di carcere per una telefonata alla Questura di Milano… I funzionari giurano di non aver subito pressioni da Silvio Berlusconi, e di aver rispettato le procedura, ma per la Procura l’accusa è di concussione… Un anno di carcere per un rapporto intimo… Un rapporto intimo che per i protagonisti non c’è mai stato, ma per la procura l’accusa è prostituzione minorile… Con queste prove i giudici condanneranno Silvio Berlusconi?. Queste le parole nello spot di presentazione della prossima puntata.

Dopo le interviste inedite ai due principali protagonisti, Silvio Berlusconi e Karima El Mahroug, in questa seconda parte lo speciale Tg4 cercherà di tirare le somme e stabilire se le prove a favore dell’accusa siano schiaccianti o meno.La scelta dell’emittente, quella Rete 4 che storicamente (soprattutto con i telegiornali condotti da Emilio Fede) è sempre stata schierata politicamente con il presidente del Pdl, non è casuale: il proposito infatti è quello di aumentare gli ascolti, indirizzando la trasmissione verso un pubblico tradizionalmente più schierato con Berlusconi, meno eterogeneo di quello della rete ammiraglia, Canale 5. Anche questa volta il programma andrà in onda prima della sentenza: quattro giorni dopo, precisamente lunedì 24, al tribunale di Milano andrà in onda la sentenza di primo grado del processo Ruby a carico dell’ex presidente del Consiglio.

Alberto Staiz

Foto homepage: realityshow.blogosfere.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews