La Gran Bretagna riconosce Picasso

La locandina della mostra in corso alla Tate Britain

LONDRA – Imperdibile, per gli amanti dell’arte, la mostra in corso alla Tate Britain di Londra, Picasso and Modern British Art, incentrata su una delle figure chiave dell’arte del XX secolo, Pablo Picasso, un genio straordinario che ha cambiato l’arte moderna.

Visitabile fino al 15 luglio, la nuova esposizione alla Tate Britain esplora il rapporto del noto pittore spagnolo con la Gran Bretagna, il suo intenso legame e l’influenza sull’arte oltremanica, percorrendo le affascinanti vicende di Picasso e il suo amore per questo Paese.

La prima volta che i quadri cubisti di Pablo Picasso vennero esposti in Gran Bretagna, nel 1910, sia la critica che pubblico non li compresero fino in fondo. Ci vollero diversi decenni prima che l’opera del pittore di Guernica fosse amata, anche se molti artisti inglesi furono immediatamente influenzati dalla sua carica d’innovazione e dalla forza espressiva, nonchè dalla sua forte personalità.

La mostra infatti, non solo offre l’opportunità di vedere capolavori realizzati dal pittore spagnolo, ma anche da sette suoi brillanti ammiratori, influenzati fortemente, ma ognuno con una diversa interpretazione, dalla sua arte. Stiamo parlando di Duncan Grant, Wyndham Lewis, Ben Nicholson, Henry Moore, Francis Bacon, Graham Sutherland e David Hockey.

L’allestimento comprende infatti più di 150 opere, di cui oltre 60 realizzate da Picasso in alcuni dei momenti più importanti della sua carriera, come in Weeping Woman (1937) and The Three Dancers(1925).

Picasso lasciò la calda Barcellona nel 1910 con l’intenzione di visitare Londra, ma si fermò poi a Parigi per attraversare la Manica solo due volte nella sua lunga vita: la prima nel 1919, mentre lavorava alla scenografia e ai costumi del balletto di Diaghilev The Three Cornered Hat; la seconda nel 1950, quando tornò nella veste di delegato comunista a un congresso per la pace a Sheffield.

Pablo Picasso

 “Picasso è stato terribilmente trascurato in Gran Bretagna”, spiega Chris Stephens, direttore della mostra. “La stessa Tate non ha acquistato un suo quadro fino al 1930, dei fiori, ma d’altronde anche la Francia fece altrettanto”. Il primo quadro cubista fu comprato solo nel 1949. La Tate aveva poi fatto ammenda organizzando la grande retrospettiva del 1960: una mostra che ebbe quasi mezzo milione di visitatori e segnò definitivamente il trionfo di Picasso anche sul suolo inglese

Ricca di bellissime e stimolanti opere d’arte, Picasso and Modern British Art è un’imperdibile sorpresa e offre un’affascinante visione di come l’arte oltremanica è diventata moderna grazie a una personalità che ha lasciato il segno nell’arte, nella politica, nella storia.

Benedetta Rutigliano

Picasso and Modern British Art
15 febbraio – 15 luglio 2012
Tate Britain, Londra
Orario: lun. – ven. 10:00 – 20:00; sab. – dom. 10:00 – 21:00

Biglietto £14

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews