La Corea del Nord minaccia: «Gli Usa nemico giurato»

Kim Jong-un, 30 anni, guida la corea dal 28 dicembre 2011

Pyongyang – Nuova guida (dittatoriale), vecchie abitudini. Con la successione dinastica che ha portato alla guida di una delle ultime dittature comuniste il trentenne Kim Jong-un, la Corea del Nord non solo non ha visto alcuna variazione nelle proprie strategie politiche e sociali, ma anzi ha visto la conferma di un isolazionismo che da decenni relega il paese ai confini del mondo e della società civile, con la Cina come unico alleato, che però in questo caso ha mostrato chiari segni di tentennamento.

Il Supremo Leader della Repubblica Popolare di Corea ha infatti benedetto il progetto portato avanti dalla Commissione nazionale di difesa di attuare una serie di test missilistici a lunga e lunghissima gittata, capaci cioè di colpire obiettivi posti entro il territorio degli Stati Uniti d’America, ai quali viene inviata una minaccia neanche tanto velata: «I satelliti e i missili a lunga gittata che noi continueremo a lanciare e i test nucleari di alto livello che faremo sono rivolti al nostro nemico giurato, gli Stati Uniti. La disputa con gli Stati Uniti si risolve con la forza, non con le parole».

La “dichiarazione di guerra” coreana è stata oggetto delle risposte, ufficiali e ufficiose, degli Stati Uniti d’America e della Cina. Per Glyn Davis, delegato statunitense agli affari dell’Asia del nord, «che ci sia o no il test dipende dalla Corea del Nord. Speriamo non lo faccia, chiediamo di non farlo. Sarebbe un errore e un’occasione mancata qualora decidano di farlo». Idea condivisa anche dai nuovi vertici comunisti cinesi, con il futuro presidente Xi Jinping in testa per convincere la Corea ad eliminare gli arsenali nucleari e favorire una distensione con la comunità internazionale.

Dopo le dichiarazioni in favore della pace con la Corea del Sud, pronunciate a inizio anno, i vertici nordcoreani sono alla ricerca di un nuovo nemico. Se le numerose sanzioni non hanno funzionato, potranno forse farlo le decisioni della Cina?

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews