La Cassazione conferma: fare sesso con animali è reato

cane dei pirenei, sesso con cane

Un Cane dei Pirenei

La Terza Sezione della Corte Cassazione si è pronunciata confermando che fare sesso con animali è reato di maltrattamento, sebbene la specifica condotta non sia prevista dal nostro Codice.

A pagarne le spese un allevatore che usava mantenere cani a pensione, ometteva deliberatamente di curare gli animali di cui era custode provocandone in alcuni casi addirittura la morte per fame o mancanza di cure mediche e inoltre costringeva alcuni cani ad avere rapporti sessuali con donne.

Nonostante la possibile ilarità che la notizia può scatenare in alcuni, la decisione è di importanza fondamentale nella salvaguardia degli animali poiché chiarisce la portata applicativa del delitto di maltrattamento animale.

La Cassazione, con la sentenza espressa ha rigettato il ricorso, chiarendo che «i giudici di primo e secondo grado avevano accertato giustamente il maltrattamento e che le lesioni non devono per forza comportare malattie nei confronti degli animali, potendo essere solo psicofisiche e che una pratica come la zooerastia – costringere animali ad avere rapporti sessuali con uomini – non essendo espressamente consentita, non può rientrare in alcun modo nello stato di necessità idoneo a scriminare condotte che sono oggettivamente contrarie all’etologia dell’animale, alle sue leggi biologiche e naturali causando invece comportamenti insopportabili con le caratteristiche etologiche. E dunque costituisce reato».

Questo anche se non esiste una legge che espressamente lo vieta, come ad esempio invece accade in Francia.

Gian Piero Bruno

@GianFou

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a La Cassazione conferma: fare sesso con animali è reato

  1. avatar
    Pietro 08/12/2020 a 23:17

    Schifosi, è bestialità, non sarà reato per i giudici o per i preti, ma è immondo agli occhi di Dio e tanto basta. Per i giudici 8e i preti papa incluso) ormai nulla è più reato, ma Dio non cambia dice la Bibbia, e questi faranno bene a pentirsi e a produrre ogni atto di pentimento e dovranno cambiare la loro mente perchè per quanto non credano in Dio questo non li esimerà dal trovarsi presto davanti al suo giudizio, ed Egli non è un cialtrone come i giudici umani.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews