L’evocazione – The Conjuring. Nel segno della tradizione – Recensione

L'evocazione - The conjuring (everyeye.it)

La locandina del film "L'evocazione - The conjuring" (everyeye.it)

La carriera produttiva del regista malese, naturalizzato australiano, James Wan sembra non trovare né sosta né cedimenti. Dopo aver sconvolto le platee – e sbancato i botteghini – con il suo debutto cinematografico, il capostipite della serie Saw – L’enigmista, e la recente notizia del suo coinvolgimento nella realizzazione del settimo capitolo di Fast and Furious, il regista torna nei cinema mondiali con il suo ultimo lavoro dal titolo L’evocazione – The Conjuring.

Già con il primo Saw, Wan aveva dimostrato a soli ventisette anni di avere non solo le idee chiare sulla realizzazione e direzione di un film, ma soprattutto su ciò che il pubblico desiderava. Dopo quell’exploit la sua filmografia ha gravitato, fata eccezione per Death Sentence con Kevin Bacon, su tematiche paranormali come in Dead Silence e il recente Insidious. Proprio da quest’ultimo sembra ripartire Wan, realizzando un film che ne riprende le angosce spiritiche, ma tralasciando qualsivoglia modernismo stilistico e tematico. Se Insidious è il polo moderno della filmografia spettrale del regista di origine malese, L’evocazione – The Conjuring rappresenta la polarità opposta: un’opera che affonda le proprie radici nel cinema del passato e nel classico. E ciò non poteva che accadere nell’anno del quarantesimo anniversario de L’esorcista.

Il film, sceneggiato dai gemelli Chad e Carey Hayes, è tratto dalla storia vera della coppia di demonologi Ed e Lorraine Warren che vengono chiamati ad aiutare una famiglia terrorizzata da una presenza maligna che si nasconde nella loro nuova casa di periferia. I Warren, inaspettatamente, si ritrovano a dover affrontare il caso più terrificante della loro carriera.

Wan, con questa sua ultima opera filmica, dimostra di saper girare molto bene scegliendo sempre inquadrature non banali ma che, fortunatamente, evitano qualsiasi abbacinamento spettatoriale. Elegante e pacato sembra anche lo sguardo con cui egli osserva gli eventi che scorrono sullo schermo, non vi è tempo per facili paure, non è questo il caso. Il film gioca molto sul rapporto sentimentale e professionale dei coniugi Warren che per scelta si dedicano a ricerche soprannaturali cercando di aiutare il prossimo. L’evocazione – The Conjuring si concentra sul caso della famiglia Perron che, appena trasferita in periferia è costretta a scontrarsi con una presenza demoniaca, frutto di episodi violenti e terribili accaduti in quella casa. L’ambientazione, riconducibile ai primissimi anni settanta, permette a Wan di omaggiare un certo modo di fare cinema che può essere riconosciuto nei classici del genere – Amityville Horror, per esempio – e, nonostante una trama tanto semplice ma non semplicistica, riesce a metabolizzare quarant’anni di cinema realizzando un vero e proprio compendio del genere.

L'evocazione - The conjuring (horrorstab.com)

Un fotogramma dal film "L'evocazione - The conjuring" (horrorstab.com)

Lontano anni luce dai contemporanei The Sinister, L’ultimo esorcismo o La madre, L’evocazione – The Conjuring va obbligatoriamente relazionato con il suo predecessore, Insidious, in modo che entrambi ne possano uscire rafforzati date le tensioni polari che si scambiano reciprocamente. Queste tensioni sono il frutto di una personalità registica impegnata a rapportarsi con un canone, uno stilema. Ciò non fa di Wan un autore con la “a” maiuscola – a modesto parere di chi scrive, per lo meno – ma regala all’appassionato o al semplice frequentatore del genere un’interpretazione lucida e ragionata.

Per concludere, James Wan, dopo aver cercato di modernizzare il tema legato alla possessione demoniaca con Insidious, fa un passo indietro donandoci un lavoro di grande interesse e intrattenimento che saprà far breccia negli appassionati del genere e tenere alto il tasso adrenalinico del resto del pubblico. Un film che sa farsi portatore e difensore di una lunga tradizione.

(Foto: everyeye.it / horrorstab.com / filmrama.it)

Emanuel Carlo Micali

[youtube]http://youtu.be/qmSkwjZkQ3c[/youtube]

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews