Johnny Deep il “Nemico Pubblico”

John Dillinger rivive attraverso la grande interpretazione di Johnny Deep sullo sfondo di un America violenta e sanguinosa

di Barbara D’Alessandro

“Era una sorta di esistenzialista, un antieroe che combatteva contro il potere, rappresentato dalle banche, ma mai contro i singoli individui, con cui invece si comportava come una specie di Robin Hood, insomma un eroe romantico. Così Johnny Deep descrive John Dillinger, un uomo del popolo, a suo modo un avanguardista, una rockstar dei tempi passati.
L’imponente filmografia basata sul personaggio aveva finora delineato il profilo di un criminale senza scrupoli, un esecutore di stragi dal colpo facile, un uomo senza etica o morale; Michael Mann sovverte questa visione e nel suo “Nemico Pubblico”(Public Enemies il titolo originale) mostra ascesa e caduta di un pericoloso malvivente dal fascino irresistibile.

Dillinger - Deep

Dillinger - Deep

Probabilmente è stato il destino a volere che le strade dell’attore e quelle del famoso criminale si incorciassero: stesse iniziali J.D, l’infanzia vissuta quasi nelle stesse località (c’è solo il fiume Ohio a separare Moresville, città natale di Dillinger da Owensboro luogo di nascita di Deep), il dna crimnale nel sangue, in quanto nell’era del proibizionismo, il nonno di Deep era un noto contrabbandiere tra Kentucky e West Virginia.
A questa naturale predisposizione, si aggiunge una capacità attoriale talmente sopraffina da sfociare, talvolta, nel mistico. “Il Metodo” al suo apice, una rappresentazione coinvolgente ma sempre posata, incalzante ma mai artificiosa. La presa sullo spettatore rimane costante sia nelle straordinarie scene d’azione che nei romantici episodi con la compagna di vita Billie Frechette (una Marion Cotillard che regge il paragone con le grandi dive del passato), in un amore di cui sin dall’inizio intravediamo la fine, una sorta di Romeo e Giulietta in salsa gangster.
Il direttore di questa sontuosa sinfonia è il maestro Michael Mann, che fa della perfezione e del realismo le sue cifre stilistiche. Nel film infatti non c’è elemento che sia fuori posto, dalle location, alle automobili d’epoca, gli abiti o le armi, tutti gli elementi di scena provengono realmente da quel periodo, attraverso una maniacale ricerca e tramite la collaborazione con i più importanti antiquari e collezionisti; il suono registrato in presa diretta, una padronanza assoluta della regia in digitale (in un percorso che il regista aveva intrapreso con “The Heath-La Sfida“, e proseguito nelle opere successive) al fine di conferire pathos alla scena (magistrale la sparatoria nei boschi), il tutto illuminato dalla fotografia di Dante Spinotti (alla quinta collaborazione con il regista) in un’accuratissima ricostruzione storica che ricorda quella degli “Intoccabili” di De Palma e che fanno di questo film uno dei più grandi affreschi dell’America degli Anni’30, un Paese messo in ginocchio dalla Grande Depressione.

public03La sfida tra i nemici pubblici e i tutori della legge, rivive anche attraverso gli interpreti: a Johnny Deep viene infatti contrapposto Christian Bale, che dopo i fasti del “Cavaliere Oscuro” e il flop di “Terminator Salvation” torna nel ruolo del detective Melvin Purvis, posto a capo dei “G-Men” della nascente FBI di Edgar Hoover (Billy Crudup), in uno scontro tra i due migliori attori delle rispettive generazioni.

E’ inevitabile quindi chiedersi il perchè della scarsa considerazione che l’Academy (l’organizzazione che conferisce i premi Oscar) nutre nei confornti di un attore come Deep; si sa che il cambiamento e la provocazione siano argomenti poco graditi nell’ambiente Hollywoodiano, ma è giusto tenere un atteggiamento così chiuso nei confronti di uno dei più grandi artisti della settima arte? Forse allora è proprio vero, Johnny Deep è il Nemico Pubblico.

http://www.film.it/fnts/film/immagini/publicenemiesgalleria/400/public03.jpg

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews