John Galliano: nasce il primo online store ufficiale

PARIGI – Dopo la delusione al termine della Fashion Week di Parigi per la sfilata di Dior, non tanto per la collezione così così – visto che la maison si trova senza direttore artistico – quanto per la mancata nomina di Marc Jacobs che mantiene ”per ora” la direzione artistica di Louis Vuitton, the John Galliano Company, Ittierre S.p.a. e The Level Group hanno annunciato il 15 novembre il lancio del primo online store ufficiale Galliano.

Creato e gestito da The Level Group – società specializzata in strategie di sviluppo online e nella gestione a 360° delle attività e-commerce – il nuovo online store (gallianostore.com) offre ai fan del marchio di tutto il mondo la possibilità di acquistare i prodotti online e unisce contenuti e e-commerce con lo spirito della maison.

Il marchio, da sempre sinonimo di savoir-faire, spirito rock ma al tempo stesso poetico e romantico, in pieno stile inglese, aspira a tutto ciò che è eclettico, diverso e dal gusto innovativo. Lo sguardo rivolto al futuro è però accompagnato da un posizionamento di prezzo competitivo. Il nuovo sito apre con i pezzi più rappresentativi delle collezioni prêt-à-porter e accessori A/I 2011-12 per uomo e donna.

Gallianostore.com offre una gamma completa degli articoli cult ed emblematici Galliano, rendendo lo shopping online accessibile. Il sito è ricco di immagini dei prodotti e contenuti del brand, e offre funzionalità uniche per lo shopping come il “searchandising”, uno strumento di merchandising dinamico guidato in tempo reale dalle preferenze del cliente, per offrire un «esperienza di acquisto di qualità superiore ma semplice e funzionale», dichiara la maison.

Lanciato in inglese, il sito è accessibile a livello internazionale e permette di acquistare con spedizioni in tutto il mondo. «La maison John Galliano è entusiasta di potersi lanciare nel cyberspazio ed è lieta di portare gli elementi dell’Universo Galliano nell’e-commerce. Confidiamo che al pubblico piacerà acquistare ed esplorare tanto quanto a noi è piaciuto creare questo sito», fanno sapere dalla maison.

Dopo il licenziamento dalla maison Dior, e la sentenza sulle accuse di ingiurie e diffamazione a carattere antisemita il geniale designer si era assunto ogni responsabilità del suo atto e attraverso un comunicato stampa diffuso dai suoi legali aveva fatto sapere: «Per le circostanze in cui mi sono trovato e per essermi comportato nel peggior modo possibile do la colpa soltanto a me stesso e so che dovrò lavorare duro per riconquistare la comprensione e la compassione del pubblico».

Natalia Radicchio

Foto| via www3.lastampa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews