Italiani ipocondriaci? Solo un po’. Impazza la Tv dedicata alla salute

Sei milioni di italiani al giorno guardano i programmi tv dedicati a salute e medicina. Ipocondriaci? Giusto un po’ (dailymail.co.uk)

Italiani ipocondriaci? Giusto un po’. Secondo le ultime ricerche ben sei milioni di italiani al giorno resterebbero incollati davanti ai programmi televisivi che parlano di salute e medicina. E non solo. In netto aumento anche le richieste di visite specialistiche negli ospedali italiani, arrivate a otto annuali per individuo che, sommate annualmente e per tutta la popolazione dello Stivale, raggiungono il totale di duecento milioni in un periodo compreso fra il 2005 e il 2013.

ITALIANI IPOCONDRIACI: BOOM DELLA TV DEDICATA ALLA SALUTE - I dati dell’Istat sul numero di visite specialistiche a cui si sottopongono gli italiani si uniscono agli studi della Omnicom Media Group sui programmi televisivi più seguiti per etichettare definitivamente gli italiani come un popolo affetto dalla paura più temuta, quella della malattia. Un disturbo psichico in netto aumento e accresciuto dalla miriade di informazioni che circolano in tv e rete sulle malattie. Internet è spesso la linfa vitale dell’ipocondria, grazie al quale gli individui si diagnosticano automaticamente malattie talvolta rare e impensabili, passando da un comune mal di testa a un tumore cerebrale in un solo click. Ma la televisione, con il suo fascino magnetico, attira ancora più ipocondriaci.

LA RAI VINCE SU TUTTI - Tra i canali televisivi dedicati alle rubriche Salute e Medicina, vince la Rai. Circa tre milioni di spettatori si sintonizzano quotidianamente sui programmi dedicati a benessere, medicina e sanità, mentre i restanti si dividono fra le altre emittenti. L’aumento degli italiani ipocondriaci potrebbe essere stato condizionato dalla paura generale nutrita nei confronti dell’Ebola, accresciuta dalla cascata di notizie sul virus che circolano in rete e in televisione  senza sosta o dal generale peggioramento delle condizioni di salute della popolazione.

I PROGRAMMI MAGGIORMENTE SEGUITI - I programmi televisivi che hanno riscosso maggiore audience nel 2014 sono tutti gestiti dalla Rai: il principe degli ascolti è ‘TG1 Medicina’, rubrica settimanale di RaiUno in onda durante il telegiornale domenicale delle ore 8:00, che vanta un’audicence di 1.148.206 spettatori e una share del 21,32%. 860.500 spettatori seguono, in media, la sezione dedicata alla salute del programma ‘Unomattina’, sempre di RaiUno, con il 18,72% di share.  La tripletta della Rai dona la medaglia di bronzo a ‘Medicina 33′, rubrica quotidiana proposta  dal TG2 che conta un’audience annuale di 1.286.155 spettatori.

La concorrente Mediaset è in netto aumento: il programma ‘Mattino Cinque’ di Canale 5, dal 2013 al 2014, ha ottenuto un aumento del 3% di audience, arrivata a 578.621 spettatori. Tra gli altri programmi seguiti dagli italiani spiccano ‘Dottori in prima linea’ di La7D e In Forma di SkySport24, rispettivamente seguiti in media da 37.555 e 15.158 telespettatori.

italiani ipocondriaci

Una fruizione eccessiva dei programmi televisivi con a tema salute e medicina favorisce la nascita e lo sviluppo dell’ipocondria (rai.tv)

IPOCONDRIA DA MASS MEDIA - Nonostante molto spesso i programmi dedicati alla salute pullulino di esperti del settore, è sempre consigliato avere come punto di riferimento il proprio medico di fiducia, tentanto di evitare il più possibile la ricerca libera di patologie varie ed eventuali tramite web e televisione. Da qualche anno si sta infatti affermando la figura dell‘ipocondriaco da web, un individuo che, molto spesso, venendo a conoscenza di alcune malattie tramite telegiornali, riviste e articoli online, avvia a riguardo una ricerca compulsiva su internet, affidandosi spesso a Wikipedia e arrivando a credere, in men che non si dica, di essere affetto dalle malattie più svariate. Tenere a cuore la propria salute è necessario e utile ma restare incollati per molto tempo su programmi televisivi dedicati alla medicina è uno dei più facili metodi per cadere nella trappola dell’ipocondria, disturbo complesso e difficile da estirpare una volta insediato nella mente dell’individuo.

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews