Isis: a Atmeh è Jihad a 5 stelle

isis

Oltre ad essere la patria di 25.000 siriani sfollati e decine di operatori umanitari, lo squallido campo profughi Atmeh – dove il britannico David Haines è stato catturato dai militanti nel marzo dello scorso anno – si trova a solo un miglio dalla roccaforte dell’Isis pieno di spavaldi jihadisti britannici che vivevano in una villa in collina. Questi militanti dell’Isis vivevano in Atmeh e hanno posato per delle fotografie pubblicate ieri dal sito del dailymail (qui il link per vederle tutte) con veicoli costosi, nuotando in piscine di lusso, rilassarsi in un enorme villa con vista su un campo e mantenersi in forma in una palestra all’aperto.

JIHAD A 5 STELLE - Mentre i militanti spavaldi si godono la loro jihad a cinque stelle vivendo come signori medievali nella loro collina, i profughi terrorizzati sono stati costretti a subire incursioni regolari sul loro campo fatiscente. Prima dell’Isis, altri gruppi militanti islamici sono stati attivi in questa zona, tra cui il temuto Nusra Front, il quale si ritiene abbia originariamente rapito il giornalista statunitense James Foley prima che l’Isis lo prendesse e poi uccidesse.

isis

ISIS 2.0 - Molti dei giovani combattenti dell’Isis documentano ogni aspetto della loro vita nella loro nuova roccaforte e spesso le immagini finiscono sui social network. Il fulcro delle loro operazioni in Atmeh, infatti, sembra essere stato l’internet cafè, dove gli uomini si fotografano mentre navigano su internet, brandiscono armi in una sala decorata con le bandiere jihadisti in bianco e nero.

Intanto, la posizione di Downing Street si fa sempre più chiara. «Non cederemo mai al terrorismo», ha detto ieri il Primo Ministro del Regno Unito David Cameron il quale ha anche definito «rivoltante e brutale» l’uccisione del giornalista americano Steven Sotloff. «L’unico modo per sconfiggere l’Isis è di essere risoluti e mandare un messaggio molto chiaro: un Paese come il nostro non sarà intimidito da questi barbari assassini», ha dichiarato Cameron. «Se pensano che ci indeboliremo di fronte alle loro minacce, allora sbagliano. Avranno l’effetto opposto».

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: vice.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews