INTERVISTA – dott. Cadelano, ecco il progetto solidarietà con le donne marocchine che lavorano l’argan

la lavorazione dlell'argan

la lavorazione dlell’argan

L’azienda agricola Tenuta Colle Carello è un paradiso biologico in provincia di Perugia ed è l’unica azienda europea che produce direttamente l’olio d’argan. Dal 2008 è iniziata una collaborazione attraverso un progetto solidale con alcune donne marocchine. Per capire bene di cosa si tratta, abbiamo fatto due chiacchiere con uno dei due titolari dell’azienda, nonché medico, il dottor Luciano Cadelano.

Quando è nata l’azienda e cosa produce?

La tenuta nasce nel 2006 come operazione agricola per recuperare un uliveto abbandonato. Dopo avere coltivato piante officinali per un’estensione di 16 ettari, oggi l’azienda produce olii essenziali come l’argan e acque aromatiche, guardando allo sviluppo di un mercato del benessere di qualità e biosostenibilità. Inoltre si coltivano il rosmarino, il tiglio, la calendula, la lavanda la salvia, il timo, le rose.

Sono previste altre attività in futuro?

Sì certo. Già stiamo portando avanti la lavorazione di alcuni prodotti con gli scarti dell’argan, che comunque sono di alta qualità. Ad esempio una vasta gamma di saponi dalle diverse fragranze, tutti caratterizzati da essenze di olio di argan.

Come e quando è nata la collaborazione con le donne marocchine di Bouzamma di Essaoira?

Diciamo per caso nel 2008. Siamo andati in Marocco e da lì è nato questo progetto di cooperazione con il villaggio di Bouzamma di Essaoira che è diventato una sorta di succursale della tenuta perugina. Infatti, non ci sono solo le donne marocchine (erano all’inizio 40 ora sono 280) che lavorano lì nel loro Paese l’olio di argan, ma ci sono in piedi anche progetti alfabetizzazione, laboratori con tutto il territorio. Per questo motivo siamo entrati nella politica marocchina e nel sociale, intessendo rapporti e avendo contatti coi ministri locali. Ci tengo a precisare che non siamo importatori di olio. Le donne marocchine, infatti, sono un ente a sé, siamo due cooperative unite. Loro lavorano e producono un olio biologico purissimo che noi commercializziamo per loro nell’ambito di un progetto di cooperazione internazionale, riconoscendo alla cooperativa una percentuale del 30% del profitto finale, oltre al costo originario del prodotto. Un vero e proprio commercio solidale, come pochi ce ne sono davvero in Italia.

Argan_1

Sabato 13 settembre organizzate un evento. Ci può dire di cosa si tratta e come partecipare?

Una volta l’anno alcune donne marocchine, di solito a settembre, vengono in Italia per promuovere le loro fiere e i prodotti. Quindi l’azienda si apre gratuitamente all’esterno a chiunque sia curioso di vedere come le donne lavorano l’argan e di conoscere i prodotti. Le donne rompono la buccia dei semi con delle pietre, dopo li mettono ad asciugare. Poi vengono macinati a mano. Il preparato viene mescolato con acqua tepida finché diventa una pasta e da questa si fa uscire l’olio. L’evento inizia alle ore 18.30 e si conclude con una cena marocchina, gratuita, preparata dalle donne. Per partecipare bisogna telefonare al numero +39 0742920084 o inviare una mail a info@simplementargan.com.

Può spiegare ai lettori quali sono i principali benefici dell’olio di argan?

Innanzitutto è un idratante. Viene chiamato immuno modulatore proprio perché, a differenza di altri olii, penetra negli strati più profondi della pelle (per questo ha un costo superiore). Contiene vitamine ed è un rigeneratore cellulare, molto indicato nei trattamenti della pelle, e per malattie cutanee come la psoriasi (non la guarisce completamente ma si migliora), la dermatite atopica e altre similari. È ideale per la cura della pelle dei lattanti e dei bambini.

In questa politica di commercializzazione dell’olio, chiamiamola così, siete supportati da qualcuno?

Purtroppo no, e in questo ci sentiamo un po’ abbandonati. A noi piacerebbe collaborare con altri enti, proprio per diffondere la cultura dell’olio d’argan che vuol dire insegnare i grandi benefici di uno dei rimedi naturali più nobili ed antichi del mondo e difendere il patrimonio naturale della foresta dell’argan.

 

Chiara Campanella

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews