Intervista a Pappi Corsicato

Roma – Arte e cinema. Al The Office Contemporary Art di Roma, dal 16 giugno, sarà allestita una mostra di alcuni video realizzati da Pappi Corsicato su delle opere di artisti contemporanei. Come approfondimento alla presentazione della mostra, wakeupnews ha deciso di incontrare l’artista e di sottoporgli una breve intervista sul tema.

Buongiorno signor Corsicato, cosa l’ha spinto maggiormente a realizzare questi corti d’autore? In realtà tutto è nato un po’ per caso quando molti anni fa Mimmo Paladino mi chiese di realizzare un video sulla sua opera “La Montagna di Sale” a Piazza del Plebiscito a Napoli. Da dopo quell’esperienza il curatore di quell’evento Edoardo Cicelyn mi propose di collaborare con lui. Da allora, parliamo del 1994, ho iniziato a realizzarne altri, circa 40 ad oggi, ed è diventata una vera è propria passione.

Pappi Corsicato al lavoro

Pappi Corsicato al lavoro

Come si evince da questi lavori, per lei l’arte è importante, ma altrettanto lo è il cinema. Quali dei due interessi preferisce e per quale motivo? Beh, è una domanda un po’ difficile. Sia il cinema che l’arte sono entrambe importanti per me, però se proprio devo dare la priorità a una delle due, risponderei il cinema. Realizzare un film è eccitante, stimolante: partendo dall’idea della storia alla sceneggiatura, la scelta dei luoghi, del cast , i costumi, le musiche ecc.. Sicuramente realizzare un film è più complesso e, forse, è proprio per questo che lo preferisco. Tuttavia, devo dire che quando realizzo un video sull’arte il mio atteggiamento e percorso creativo è lo stesso. Immagino comunque di raccontare una storia, magari concettuale o astratta .

Invece, qual è la cosa che trova più noiosa di questo mestiere?  Niente. Ho scelto di fate questo lavoro e quindi è difficile che mi annoi.

Pensa che realizzerà altri nuovi video d’autore? Se si, quali saranno i protagonisti del video? Si. Spero a breve di realizzare dei documentari su alcune opere in restauro. L’anno scorso ho girato un documentario  proprio sul restauro di Palazzo Barberini di Roma.

Un consiglio ai lettori di wakeupnews. Quale suggerimento spassionato darebbe a chi si vuole cimentare per la prima volta nella realizzazione di cortometraggi? Oggi si può realizzare un video anche con il cellulare. Quindi non sono importanti gli strumenti, bensì la manualità e la creatività di chi si cimenta. Mi spiego meglio: per fare questo lavoro bisogna avere fantasia ma allo stesso tempo essere pragmatici. Perciò un consiglio che darei è quello di essere consapevoli dei mezzi che si hanno a disposizione e di essere il più creativi possibile per realizza al meglio le storie che si vogliono raccontare.

Chiara Campanella

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews