Incidenti sul lavoro: ancora tre vittime e un ferito grave

Due morti a Latina e uno a Messina. Napolitano: “Inaccettabile per una società civile”

cantiereDue giovani operai morti folgorati a Latina, un uomo di 63 anni morto dopo essere caduto da un ponteggio a Messina e un operaio di 44 anni ustionato grave a Chieti. Si continua a morire all’indomani della 59° Giornata Nazionale Vittime Incidenti sul Lavoro.

Ieri pomeriggio, ad Aprilia, due imbianchini sono rimasti folgorati mentre stavano lavorando su un ponteggio accanto ad un cavo elettrico. Le vittime sono un operaio del luogo di 28 anni, figlio del titolare della ditta di ristrutturazioni edili, e un suo collega albanese, di circa 30 anni. Secondo le prime ricostruzioni, i due operai sono stati investiti da una scarica elettrica da 20 mila volts mentre spostavano il ponteggio mobile, usato per tinteggiare la parete esterna di una villa. La struttura metallica avrebbe toccato i cavi dell’alta tensione trasmettendo la scarica a terra ai due operai che la reggevano. Inutili i soccorsi. I due sono deceduti sul colpo.

È morto sul colpo anche Giuseppe Vaccarino, 63 anni, l’operaio di Messina che ieri mattina è caduto da un ponteggio mentre stava ristrutturando l’appartamento della figlia. L’uomo, cadendo da un’altezza di circa tre piani, ha battuto violentemente la testa ed è deceduto sotto gli occhi increduli dei familiari. Vaccarino era sposato e aveva due figli. Sono ancora da accertare le cause dell’incidente ma si pensa che la vittima sia caduta per negligenza.

Ed è ricoverato a Pisa con ustioni sull’85% del corpo un operaio di Vasto (Chieti). L’uomo, secondo i primi accertamenti, stava rendendo inerte un razzo luminoso insieme ad un altro operaio alla “Sabina Esplodenti”, quando è stato investito dallo scoppio del materiale sul quale stava lavorando. In un primo momento l’uomo, 44 anni, era stato portato all’ospedale vastese, poi, data la gravità delle ustioni, e’ stato trasferito al Centro Ustioni dell’ospedale di Pisa. L’azienda di Casalbordino (Chieti) si occupa di produzione di esplosivi per uso civile.

59G_Manif_Verona_300Tre morti e un ferito grave in un solo giorno, all’indomani della 59° Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro, celebratasi a Verona in ricordo dei 5milioni di incidenti avvenuti negli ultimi cinque anni, con oltre 7mila morti e quasi 200mila inabilità permanenti. Occorre «riflettere su quante vittime e quanti infortuni sul lavoro potrebbero essere evitati con una sempre più efficace azione di prevenzione e con la rigorosa e puntuale applicazione delle norme e delle misure tecniche ed organizzative già ora disponibili». Lo scrive il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel messaggio inviato al Presidente dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro (ANMIL), Franco Bettoni, in occasione della Giornata. «Il fenomeno degli incidenti sul lavoro – prosegue il Capo dello Stato – rimane dolorosissimo, inquietante ed inaccettabile per una società che voglia dirsi civile».

A Verona ha parlato anche il Ministro del Welfare, Maurizio Sacconi. «Registriamo – ha detto Sacconi - nell’ambito della salute e della sicurezza, un trend positivo. Dal 1963, anno del picco straordinario di incidenti mortali sul lavoro, la discesa è stata costante. Negli ultimi anni, dal 2001 al 2008, abbiamo avuto una caduta di infortuni del 15%, a fronte di un incremento dell’occupazione del 9%».  Il ministro ha poi ribadito l’impegno del governo sul fronte degli infortuni sul lavoro, sia in termini di prevenzione che formazione. L’ANMIL, che rappresenta 450mila invalidi sul lavoro, fa parte infatti del progetto avviato con il ministero dell’Istruzione e quello del Welfare, per diffondere nelle scuole la cultura della sicurezza del lavoro. «E’ un obiettivo – ha sottolineato Sacconi – che si ottiene evidenziando i rischi che nel lavoro ci possono essere, ma anche alzando il livello della cultura pratica nel nostro processo educativo».

Fabrizio Giona

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews