In arrivo una pillola contro il cancro al seno? Probabile alternativa alla doppia mastectomia

cancro al senoRoma – Dal Regno Unito arriva una notizia importante per le donne e in particolare per chi ha la probabilità di sviluppare un cancro al seno. Una pillola infatti sembrerebbe essere in grado di ridurre tra il 30 e il 40%, il rischio di sviluppare un tumore.

A quanto sembra, la pillola si comporrebbe di due diversi principi attivi: da un lato il tamoxifene, impiegato per combattere la recidiva di tumore al seno, e dall’altro il raloxifene, utilizzato invece per contrastare l’osteoporosi. Il medicinale si candiderebbe quindi a costituire una valida alternativa alla doppia mastectomia, cui di recente si è sottoposta di recente anche Angelina Jolie. La stessa scelta è stata compiuta anche da Sharon Osbourne, compagna del celebre cantante.

La decisione della Jolie di farsi asportare entrambi i seni ha avuto molto clamore nelle scorse settimane. Dalla sua l’attrice aveva il forte rischio di ammalarsi di cancro al seno, poiché portatrice dei geni BRCA1 e BRCA2, da qui quindi il delicato intervento.

La nuova pillola invece, permetterebbe di non ricorrere alla chirurgia. È probabile che quindi proprio dal Regno Unito parta a breve un’apposita sperimentazione che coinvolgerà proprio i soggetti più preposti alla possibilità di ammalarsi di cancro al seno. A questo si aggiungerà anche una mirata campagna di sensibilizzazione e screening che coinvolgerà non solo coloro che presentano i geni portatori della patologia, ma sarà esteso a tutte le donne.

La possibilità di non dover per forza ricorrere alla mastectomia, operazione molto invasiva per le donne, sarebbe un grande passo avanti per la medicina. Dopo la confessione dell’attrice hollywoodiana, i medici avevano registrato un vero e proprio boom di richieste, spesso avanzate anche da chi non era a rischio tumore. Intanto oltre allo studio e alla predisposizione della sperimentazione, dovranno essere valutati anche i possibili effetti collaterali. È certo comunque che dinanzi a malattie gravi e diffuse come cancro al seno, gli studiosi non stanno a guardare, ma anzi proseguono nelle loro ricerche al fine di ridurre i casi di tumore.

Angela Piras

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews