Il volto “nuovo” della prossima stagione: Mark Strong

 

Mark Strong

Marco Giuseppe Salussolia. Artigiano di qualche sperduta periferia del Piemonte? Quasi: attore londinese dai frequenti soggiorni hollywoodiani. Tutto si spiega nel secondo nome, quello noto: Mark Strong. Per lui la scalata al successo è stata più ripida che rapida, nonostante talento e presenza scenica fuori dal comune, ma da quando il suo volto da giovane Andy Garcia s’è impresso negli occhi del pubblico le cose sono cambiate. Adesso lo vogliono tutti.

Anni e anni di gavetta televisiva, poi l’incremento di presenze sul grande schermo – sempre in ruoli marginali, da Oliver Twist a Stardust – fin quando giunge l’occasione del grande salto: Rocknrolla e Nessuna verità ne evidenziano le grandi doti, costringendo cineasti e produttori ad accorgersi finalmente di lui. Correva l’anno 2008. Nella stagione successiva ci pensa il sorprendente Sherlock Holmes a sguinzagliarlo definitivamente nell’arena hollywoodiana, compensando i mezzi fiaschi di Endgame e The Young Victoria (inediti in Italia) nei quali l’attore copriva come di consueto parti secondarie. Il suo 2010 fu dolceamaro: dopo un felice battesimo di Croisette, con il Robin Hood firmato Ridley Scott, seguì l’amarezza per la mancata divulgazione di una pellicola in cui Strong era uno dei nomi principali: The Way Back. Il “kolossal indipendente” diretto da Peter Weir uscì soltanto in una manciata di sale, per poi essere definitivamente affossato da implacabili trappole di mercato.

Oggi i tempi sono nuovamente maturi per un rilancio decisivo. Dopo The Eagle di Kevin Macdonald (ancora senza distribuzione italiana), che ha riproposto Strong sui grandi schermi mondiali a primavera, il bis è in previsione a breve con Lantera Verde, in cui l’attore londinese interpreta Sinestro.

Ma il bello arriverà nel 2012, stagione di cui Strong pare predestinato protagonista nonostante la mancanza di ruoli principali. La commedia british The Guard lo vedrà al fianco di Brendan Gleeson e Don Cheadle; in Black Gold di Jean-Jacques Annaud dividerà invece la scena con Antonio Banderas e Freida Pinto. Altro progetto promettente è Tinker, Tailor, Soldier, Spy: tratto da John Le Carré, sarà la prima trasferta hollywoodiana per il regista svedese Tomas Alfredson (Lasciami entrare). Strong è stato scritturato assieme a Tom Hardy, Gary Oldman e Colin Firth.

Un film per molti aspetti analogo sarà John Carter, previsto durante la prossima primavera. Pure in questo caso il soggetto porta una firma illustre – Edgar Rice Burroughs – e il regista sarà alle prese con una sorta di “esordio”. Trattasi infatti di Andrew Stanton, talismano della Pixar (Alla ricerca di Nemo, Wall-E), per la prima volta al timone di un film live action. Al momento l’ultimo titolo sull’agenda di Mark Strong è Welcome to the Punch, detective story ambientata in Inghilterra che lo presenterà al fianco di James McAvoy. Le riprese scatteranno tra pochissime settimane.

In un periodo in cui gli studios scommettono su bellimbusti semibruciati ed eterne promesse, la costanza dell’attore londinese fra le seconde linee non potrà che essere un beneficio per parecchi cast. Inutile recriminare sull’assenza di ruoli di punta e relativa impossibilità di consacrazione definitiva: per un comprimario onnipresente come Strong, divorarsi la maggior parte dei film a cui partecipa rappresenta, in questo momento, il massimo delle soddisfazioni possibili e la miglior prosecuzione di carriera. Il ruolo della vita arriverà esattamente come quelli del primo lancio: senza fretta e al momento giusto.

Mathias Falcone

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews