Il progetto Erasmus rischia di chiudere i battenti

L’Erasmus, il più famoso tra i progetti comunitari per la mobilità e lo scambio culturale tra studenti appartenenti ai diversi Paesi dell’Unione Europea rischia di scomparire. L’Erasmus è un vero e proprio progetto di formazione, che permette agli studenti di viaggiare, imparare lingue e culture nuove e di fare esperienza di una vera e propria lezione di vita. Questo progetto rischia di chiudere per fallimento: il fondo di finanziamento infatti sembrerebbe essere finito in rosso, lasciando in sospeso così il futuro di giovani studenti, che vorrebbero provare l’esperienza che già milioni di studenti europei dal 1987, hanno potuto vivere.

Il Parlamento Europeo ha lanciato l’allarme circa la situazione in cui versa il progetto Erasmus. Una pesante crisi di è infatti abbattuta sui fondi europei per la Ricerca e l’Innovazione, che già dalla fine del mese corrente andranno in passivo. Solo nel 2012, il debito ammonta a oltre dieci miliardi di euro.

Secondo il presidente della Commissione Bilancio del Parlamento Europeo, il francese Alain Lamassoure, la crisi nella quale sta sprofondando il Progetto Erasmus è stata causata dal comportamento irresponsabile dei governi, a causa del quale prossimamente sarà legittimo aspettarsi un blocco o una modifica delle partenze e delle attività collegate.

Insomma, un duro colpo per quegli studenti intenzionati a partire per un semestre o un anno accademico all’estero. Il futuro del progetto è ancora incerto, anche se far morire un progetto così ben avviato, sarebbe davvero un enorme spreco, senza contare quanto un’esperienza simile, possa favorire i giovani che tentano di inserirsi nel mondo del lavoro.

Si sprecano inoltre parole, dicendo che il futuro deve ripartire dai giovani e dalle nuove generazioni, ma quali sono gli sforzi che si stanno facendo in questa direzione? Chiudere un progetto comunitario come l’Erasmus, non può essere certo considerato un passo in avanti verso questa promessa.

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews