Il Papa attacca il sistema economico mondiale, giogo insostenibile

Dure le parole di Papa Francesco all’Angelus in Piazza San Pietro contro il sistema economico, a suo dire un giogo per milioni di persone nel mondo

giogoDurante l’Angelus in Piazza San Pietro, Papa Francesco ha duramente attaccato il sistema economico mondiale, a suo dire un  «giogo insostenibile per tanti». Il Pontefice ha parlato di come le condizioni dell’economia oggi pongano in situazioni precarie e complicate milioni di persone.

UN SISTEMA ECONOMICO SBAGLIATO – Ha parlato così Papa Francesco: «Molti sopportano ogni giorno il peso di un sistema economico che sfrutta l’uomo, gli impone un giogo insopportabile, che i pochi privilegiati non vogliono portare. Dobbiamo dare ristoro e farci carico dei problemi delle tante persone che vivono in situazioni disagiate, i tanti fratelli e sorelle oppressi da condizioni di vita precarie, da situazioni esistenziali difficili».

UNO SFRUTTAMENTO – Continuando: «In tanti vivono sfiniti sotto il peso insopportabile dell’abbandono e dell’indifferenza, provati dall’indigenza, costretti a emigrare dalla loro patria, mettendo a repentaglio la propria vita o sfruttati dal sistema economico».

IL MALE CHE PROVOCA L’INDIFFERENZA – Il Pontefice si è poi soffermato sull’indifferenza, un male più grande di quello che si possa immaginare: «L’indifferenza, quanto male fa ai bisognosi l’indifferenza umana. E peggio, quella dei cristiani. Ai margini della società sono tanti gli uomini e le donne provati dall’indigenza, ma anche dall’insoddisfazione della vita e dalla frustrazione. A ciascuno di questi figli del Padre che è nei cieli, Gesù ripete: “Venite a me, voi tutti”».

L’INSEGNAMENTO DEL VANGELO – Da qui l’invito del Papa ad accogliere il prossimo sull’insegnamento dato da Gesù nel Vangelo: «”Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro”. Il Signore ha davanti agli occhi le persone che incontra ogni giorno, gente semplice, poveri, malati, peccatori, emarginati».

IL SALUTO AL MOLISE - Il Papa ha voluto poi salutare e ringraziare la gente del Molise, dove si è recato ieri: «Voglio salutare in modo particolare e affettuoso tutta la brava gente del Molise. Ieri mi hanno accolto nella loro bella terra e anche nel loro cuore. È stata un’accoglienza calda, calorosa che non dimenticherò mai. Grazie tante».

Gian Piero Bruno

@GianFou

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews