Il gelato, la migliore terapia contro stress e malumore

Roma – Ti senti giù? Hai bisogno di un momento di relax? Vuoi combattere l’ansia? C’è un rimedio gustoso per tutto questo: il gelato. Assaporare un buon gelato trasmette infatti positività, provoca emozioni primordiali perché risveglia i ricordi infantili e induce ad un piacere psicofisico utile a migliorare il nostro stato d’animo. Questo il risultato di uno studio promosso da Antica Gelateria del Corso, e condotto da un gruppo di psicologi, esperti di benessere psicofisico e nutrizionisti, che ha scoperto una relazione tra il gelato e i benefici psicologici. La ricerca si è basata su una serie di interviste a 110 professionisti di settore per approfondire gli effetti del gelato legati alla sfera emotiva.

La psicologa e psicoterapeuta, Francesca Saccà, afferma che «il gelato permette ad una fascia media d’età di tornare all’infanzia. Al di la’ del piacere dovuto alle caratteristiche legate al gusto, c’è anche questo aspetto psicologico, una piccola coccola che ci prendiamo e che ci fa fare un passo indietro ai tempi dell’adolescenza, quando il gelato era un momento importante anche a livello conviviale». Mangiare il gelato quindi, non aiuta solamente a rinfrescarsi dalla calura estiva, ma sarebbe un vero e proprio toccasana per il nostro umore.

In passato già diversi studi internazionali hanno dimostrato i benefici terapeutici del gelato: per i neuroscienziati dell’Institute of Psychiatry di Londra, ad esempio, mangiare il gelato dispone il nostro cervello nelle stesse condizioni di piacere di quando si ascolta la propria musica preferita.

Ma vediamo come e chi può ricevere i maggiori benefici dal gustarsi un appetitoso gelato. Ci sono infatti dei target di preferenza: secondo gli intervistati (39%), il bersaglio prediletto sono gli over 40 in cerca di relax. Sono loro che, più di tutti, hanno bisogno di un gustoso appagamento per vincere le fatiche quotidiane, placare il frenetico ritmo di vita e le pressioni lavorative e famigliari. Ma il cono o la coppetta è un ottimo rimedio anche per i teenager (il 27%) in piena crisi sentimentale o per gli adulti (30%) affetti da una malinconica nostalgia di libertà.

La psicologa Mariolina Palumbo spiega, inoltre, che la scelta del gelato è fatta in base allo stato emozionale della persona: «Gli innamorati prediligono il gelato alla crema, mentre chi è felice mischia senza problemi i gusti, ad esempio cioccolato con limone. Anche la scelta del formato è influenzata dallo stato d’animo: la coppetta è preferita da chi vuole ritagliarsi un attimo di relax, il cono da chi cerca condivisione, evasione e conferme negli altri; lo stecco da chi è abituato a vivere forti emozioni e non ha tempo da perdere».

Per ogni stato d’animo ci sarebbe, dunque, un gusto ben preciso. Il cioccolato (64%) ed il bacio (46%) sono scelti da chi vuole forza e protezione; si punta al gelato alla panna (31%) se si è in cerca di relax; contro l’ansia, al primo posto amarena (45%), poi pistacchio (37%) e gusti esotici (31%); tiramisù (45%) e caffè (41%) contro la stanchezza.

Sabrina Brandone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews