Il fratellastro di Obama vive in una baraccopoli: il suo racconto in un film

George Obama si racconta (news.com.au)

Si chiamerà 2016: Obama’s America il documentario sul presidente Barack Obama in uscita negli Stati Uniti il prossimo 27 luglio. Il film sarà basato sul bestseller The Roots of Obama’s Rage – in italiano, Le Origini della rabbia di Obama – di Dinesh D’Douza e promette di essere tutt’altro che tenero nei confronti del presidente americano. La tesi sostenuta è quella secondo cui la politica di Obama sarebbe condizionata da un forte sentimento di rabbia verso il colonialismo, un sentimento che Barack avrebbe ereditato dal padre.

Va dunque in questa direzione la scelta di intervistare il fratellastro George, il più giovane degli 8 figli avuti dal padre del leader politico statunitense nel corso dei suoi 4 matrimoni. Quel che potrebbe infatti sorprendere gli spettatori è che George Obama abita a Nairobi, in una baraccopoli situata nella periferia della città. L’uomo, 30 anni di età, si trova in condizioni di grande difficoltà economica.

Intervistato da D’Douza, l’uomo si è tuttavia rivelato molto sereno. Gli aiuti non ricevuti e la situazione di povertà con cui si deve confrontare giornalmente non lo hanno reso rabbioso nei confronti del più celebre fratello: «Lui ha una sua famiglia di cui occuparsi. Io sono comunque un suo parente, ma sono adulto e posso badare a me stesso». Forse deludendo in parte le aspettative del suo interlocutore, George ha persino parole di comprensione nei confronti di Barack, a suo dire troppo impegnato ad aver cura delle sorti del mondo per potersi interessare anche della sua situazione: «Lui ha altri problemi da risolvere e quando si occupa di problematiche globali, indirettamente aiuta anche me».

Spazio infine per i ricordi del primo incontro e, in particolare, per la sorpresa di ritrovarsi davanti quello che George definisce «un mezzo bianco».

L’intervista è stata diffusa in anteprima dal sito americano ‘The Hollywood Reporter’.  Il film sarà proiettato in anteprima a Houston, in Texas, nei prossimi giorni.

Mara Guarino

Foto homepage via: leggo.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews