Il cucciolo piange e sporca in casa: la padrona lo getta dal balcone

Il corpicino del cucciolo gettato dalla finestra (fonte: blitzquotidiano.it)

Il corpicino del cucciolo gettato dalla finestra (fonte: blitzquotidiano.it)

Abbiategrasso, Milano – Il suo piccolo e dolce cucciolo continuava a piangere e a fare i suoi bisogni in casa, e lei, stanca di ascoltare i lamenti del cagnolino, ha deciso di porvi rimedio lanciandolo dal balcone della sua abitazione.

L’UCCISIONE DEL CAGNOLINO - Una triste e drammatica storia è quella che ha coinvolto, lo scorso venerdì 28 novembre, in uno stabile di Abbiategrasso, Milano, un piccolo cucciolo di cane, vittima incolpevole della sua stessa padrona: l’indifeso animale infatti, secondo la ricostruzione dell’accaduto, sporcava, faceva i suoi bisogno in casa e piangeva costantemente; la donna, evidentemente non in grado di accudire il cagnolino che aveva in custodia, incapace di sopportare le lamentele del cucciolo, lo ha gettato giù dal balcone, uccidendolo.

IL RITROVAMENTO E LA DENUNCIA - Il corpo senza vita del piccolo cucciolo è stato trovato nel cortile interno dell’abitazione da un condomino, il quale ha prontamente avvertito le forze dell’ordine e le guardie zoofile dell’Oipa (l’Organizzazione internazionale per la protezione degli animali) che, accorsi sul posto, hanno cercato di ricostruire i fatti. Secondo le testimonianze raccolte da alcuni testimoni, la donna sarebbe affetta da importanti disturbi comportamentali e avrebbe ammesso il suo atroce gesto, dichiarando di aver ucciso il cagnolino perché non sopportava le sue lagne, i suoi continui bisogni e lo sporco che lasciava in casa; le guardie zoofile dell’Oipa, come leggibile dal sito ufficiale dell’associazione, hanno così deciso di inoltrare «una denuncia per uccisione di animale (art.544 bis del Codice penale) e per smaltimento irregolare di carcassa. Stanno inoltre svolgendo indagini per appurare la provenienza del cucciolo».

Ci si domanda, inoltre, se il cagnolino fosse soggetto a maltrattamenti ancor prima della sua uccisione e se le continue lamentele, i pianti e l’abitudine a fare i propri bisogni in casa non fossero anch’essi dovuti ad una cattiva gestione della padrona, poco attenta ed incapace di andare incontro alle vitali esigenze del cucciolo.

Alessia Telesca

foto: blitzquotidiano.it

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews