‘Il cammino di Santiago in taxi’ è il nuovo album di Brunori Sas

Brunori sas

Brunori Sas, Il cammino di Santiago in Taxi

È uscito in questi giorni, per SonyMusic, Il Cammino di Santiago in Taxi, ultimo disco di Brunori, un disco intimista, spontaneo e assolutamente italiano. Il Cammino di Santiago in Taxi è una lente di ingrandimento che, partendo da una visione sociale, restringe lentamente il campo fino ad ingrandire i sentimenti più profondi dell’uomo.

UN CAMMINO NEL CAMMINO– Il brano apre con Arrivederci tristezza:l’ascoltatore rimane fermo, incantato da un onesto botta e risposta tra mente e cuore, accompagnato da un tappeto musicale profondo coinvolgente.  Poi  la tristezza va veramente via, Dario si distrae, guarda fuori dal finestrino del suo taxi e incrocia gli sguardi delle persone fuori: parte un Mambo Reazionario che insieme a il Santo Morto descrive con ironia la società. In Mambo reazionario, soprattutto, Brunori riesce a descrivere in modo eccellente il conformismo dilagante, gli idoli e i grandi ideali si sfaldano «E la rivoluzione Che Guevara e Pinochet  adesso ballano felici sulle basi di Beyoncè, non si rincorrono più».

UN DISCO INTROSPETTIVO - Dalla società si passa di nuovo all’uomo conil cammino di santiago in taxi  Maddalena e Madonna., brano in cui Brunori parla della passione e che porta immediatamente Pornoromanza che, in completa antitesi con il titolo, descrive l’immagine più classica dell’amore «Se mi stringi il cuore non ti spaventare». Il cammino continua e torna ad analizzare la fragilità del proprio essere:  Nessuno assomiglia ad una seduta psicoterapeutica «e anche questa confessione è una sottile vanità non credere che sia soltanto un mio slancio d’onestà». L’album si chiude con un’ultima traccia in contrasto con quella iniziale:  Sol come son Sol  chiude la parentesi, ci ricorda che siamo sempre in cammino, torna a contemplare la tristezza.

TRA GAETANO E DE GREGORI – Dario viaggia in equilibrio tra la malinconica ironia di Rino Gaetano e il lirismo astratto di De Gregori: In Kurt Cobain la somiglianza vocale è impressionante ( anche il testo e la musica prendono spunto dal grande cantautore romano). L’album, arrangiato in maniera suggestiva e intensa da Taketo Gohara (Vinicio Capossela), è stato registrato in un convento ed è spiegazione fedele del titolo: Il Cammino di Santiago, una delle esperienze spirituali più introspettive e intense, fatto in taxi nella velocità della realtà quotidiana. Brunori ci insegna che abbiamo sempre tempo per guardaci dentro. Ascoltando questo disco sorriderete pensando a quanto, in un mondo che tende a dividere, possiamo avere in comune con tutti gli altri esseri umani.

Voto: 8,5 

Serena Prati
@Se_Prati 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews