Icone di stile: celebrità simbolo di grazia e bellezza. La classifica

Audrey Hepburn

Audrey Hepburn, indiscussa icona di stile (thedress.it)

L’icona di stile è solitamente un cantante, un’attrice, una modella o anche una testa coronata divenuti simboli di un vasto pubblico per la propria bellezza e grazia. Potendo stilare una classifica di dieci posizioni, potremmo definire l’identità di queste icone di stile, indimenticati esempi di eleganza.

LAST BUT NOT THE LEAST – Partendo dalle ultime due posizioni della classifica, troviamo dei rappresentanti del mondo cinematografico che hanno influenzato lo stile di intere schiere di giovanotti, mentre ammaliavano eserciti di giovani donne. Uno, dotato di fascino maledetto, è diventato emblema della ribellione giovanile anticonformista. L’altro, con l’aspetto del classico bravo ragazzo, dolce e rassicurante: si tratta dei famosi James Dean e Robert Redford. Per il primo, sono bastati tre film per arrivare alla gloria, anche se una morte prematura legata a un incidente, lo ha elevato a simbolo di sregolato successo. Come poter dimenticare quei jeans, quella maglietta bianca abbinata ad una giacca rossa di Gioventù Bruciata, imitati poi nelle tendenze delle generazioni successive? Mr Redford invece, è l’emblema della celebrità che non ama gli eccessi: sfoggiava un look informale, minimal e rilassato. Impeccabile nella sua sobrietà, completava il proprio fascino con una chioma di capelli biondi, occhi azzurri e un sorriso smagliante.

LE PIETRE DELLO SCANDALO – Ottavo e settimo posto, sono stati conquistati da due “animali da palcoscenico”. La top model inglese degli anni Novanta  dalla bellezza non convenzionale, finita su tutti i tabloid per le abitudini di vita sregolate, le compagnie poco raccomandabili e eccessi di droga e alcool: Kate Moss. Accasata ormai con Jamie Hince, di recente ha anche festeggiato le sue nozze d’argento con il fashion system di cui fa parte dall’età di 14 anni. Icona dello stile grunge dall’animo ribelle e trasgressivo, ha trasformato il look “trasandato” in un must intramontabile. La settimana posizione è occupata da una donna che, nell’ormai lontano 1984, sbucò da una torta nuziale cantando la Hit che poi le regalerà fama a livello mondiale, Like a Virgin. Ovviamente si tratta di Madonna: camaleontica, trasformista, atletica, eclettica, eccentrica, è la sola fautrice del proprio successo. Capi che un tempo fecero scandalo come il reggiseno a cono, la biancheria in vista, oppure lo stile da cowgirl, quello gotico o scozzese, sono ormai diventati veri e propri simboli di un immaginario collettivo senza tempo.

Coco Chanel

Coco Chanel, incarna lo stile e l’eleganza (paulocoelhoblog.com)

STILE DI POTERE – Le donne di potere hanno sempre generato un senso di timore e mistero, ma tre signore hanno invece scardinato questa comune credenza. La prima, è una nobildonna inglese che conquistò il cuore dei suoi sudditi nonché del pubblico internazionale, per la sua eleganza e una vita tragicamente sfortunata: Lady Diana. Divenuta prima la musa dei designers inglesi, poi delle griffe di alta moda, è passata da uno stile casual e informale negli anni del fidanzamento con Carlo, a un genere decisamente più classico negli anni del matrimonio. È comparsa più volte sulle copertine di Vogue ed è anche stata definita come una delle donne meglio vestite del mondo.

La seconda è invece la first lady più famosa di tutti i tempi: l’elegantissima Jacqueline Kennedy. Maxi occhiali da sole, cappellini, collana di perle, sono gli accessori cult di uno stile sobrio, elegante, fatto di tailleur e abiti sartoriali, degni della sua posizione. Un po’ star del cinema e un po’ di sangue blu per amore, è la celeberrima Grace Kelly. Emblema dell’eleganza aristocratica, ha dato il via a una vera e propria dinastia dallo stile unico: da sua figlia Carolina, fino alla bellissima nipote Charlotte.

SOBRIETÁ VS SENSUALITÁ – «Diamonds are girl’s best friends», solo questa frase può bastare a presentare la formosa e biondissima Marilyn Monroe. Le gonne a ruota che svolazzano, i corpetti strizzati, le labbra scarlatte e il fare da svampita seducente, hanno fatto di questa attrice una vera e propria icona di sensualità. Medaglia d’argento va alla donna che ha reinventato l’idea classica del “little black dress”, diventando poi la musa di Givenchy, Audrey Hepburn. Le ballerine e i capelli raccolti intorno ad un viso elegante e una figura esile, sono gli elementi distintivi di uno stile unico imitato e reinventato dalle donne di tutte le generazioni.

COCO CHANEL, ICONA PER ECCELLENZA  – La posizione numero uno è della donna le cui iniziali intrecciate, hanno creato un simbolo mondiale di eleganza. Partita dal settore dei cappelli ha poi allargato la sua produzione a uno stile francese chic, sempre attento alla modernità, conosciuto in tutto il mondo per abiti, fragranze e accessori. Stiamo parlando della grandissima Coco Chanel. Questa donna è stata la fautrice del cambiamento nella storia del costume femminile dell’era moderna. Le sue invenzione più grandi? Il tailleur, che liberò finalmente la figura femminile dagli ingombranti corsetti e, l’uso quotidiano e disinvolto dei pantaloni anche per il guardaroba femminile.

Claudia D’Agostino

@ClaDagostino87

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews