I MasCara bissano la prima esperienza live romana

I MasCara

ROMA – Sarà l’occasione per vederli all’opera anche senza effetti e distorsioni, nella sostanza un modo in più per accorgersi e fare tesoro della loro potenziale carica emotiva e del loro elevato quoziente di comunicazione.
I varesini MasCara, infatti, dopo l’ottima performance elettrica di ieri sera sul palco del locale Le Mura, in via di Porta Labicana (quartiere San Lorenzo), trasferiranno gli strumenti, questa sera, in zona Pigneto, precisamente presso il Fanfulla 101, locale sito (appunto) in via Fanfulla da Lodi 101, nei pressi di Circonvallazione Casilina.

Lucantonio, Claudio, Nicholas, Marco e Simone, dunque, vi attendono (ovviamente assieme a noi di Wake Up News) alle ore 22.00 circa per un’intensa e particolare performance in acustico intenta a riproporre, donando loro una luce sempre più nuova ed avvolgente, molti dei brani che compongono il primo long playing ufficiale, ovvero il bellissimo Tutti usciamo di casa, senza però dimenticare l’impatto e l’emotività straripanti dalle note artefici dei primi passi, vale a dire quelle dei tasselli costituenti il meraviglioso ep di esordio datato 2010, L’amore e la filosofia.

Proprio queste due prime prove discografiche sono state il perno portante del live elettrico di ieri sera, in approccio al quale tutti i presenti hanno potuto testare sulla propria pelle, per almeno una buona ora o poco più, quanto la band aveva da comunicare al di fuori del territorio lombardo di appartenenza.

Si è trattato, a tutti gli effetti, di un’esperienza importante sia per gli stessi membri, finalmente alla prova con realtà diverse da quelle ben più familiari, che per chiunque si sia ritrovato a subire tanto una notevole scarica energetica quanto una concreta possibilità di approcciare tematiche e melodie di importanza capillare (su tutte, quelle appartenenti alle splendide La stanza, Andromeda, I giorni di Urano contro, Tempo prendimi per mano, Le città da costruire, Fiore del male o la conclusiva Il gesto di Ettore, con, in più, una a dir poco geniale e personalissima cover di Guerra, uno dei primi brani composti dai Litfiba degli esordi) in quanto derivanti, a tutti gli effetti, da quella che continua a confermarsi come una delle migliori band dell’attuale panorama più o meno indipendente italiano.

Stefano Gallone

[youtube]http://youtu.be/b1cexTedYcg[/youtube]

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews