I grilli, una fantastica interpretazione umana

Pannello centrale del trittico di Hieronymus Bosch "Le tentazioni di Sant'Antonio", Museo Nacional de Arte Antigua di Lisbona

Pannello centrale del trittico di Hieronymus Bosch "Le tentazioni di Sant'Antonio", Museo Nacional de Arte Antigua di Lisbona

L’arte è comunicazione, una miniera inesauribile di scoperte e sorprese , un linguaggio universale che unisce le frontiere in un discorso comune. Un mezzo molto forte per unire popoli e civiltà lontane e diverse. In questo discorso fitto e continuo tra paesi e culture diverse , i “Grilli” sono uno dei tasselli fondamentali per risalire ai contatti ed ai legami che ci sono sempre stati tra Oriente e Occidente.

Un filo d’Arianna che esplode nell’iconologia medievale con una miriade di raffigurazioni zoomorfe, di metamorfosi vegetali e animali , di mostruose mutazioni in cui si mescolano il grottesco , il satirico , il demoniaco , fino a diventare , tra i secoli XIV e XVI la massima espressione dell’umanesimo rinascimentale. In questo modo il Gotico mantiene annodati i fili che uniscono Occidente ed Oriente in un discorso che non si è mai interrotto.

Non a caso la diffussione del Gotico in Europa si fa risalire alla costituzione dell’Ordine dei Templari ai tempi della prima crociata e alle loro frequentazioni con il mondo orientale e islamico (furono loro ad introdurre nell’architettura sacra il Baphomet, signore del mondo, molto diffuso nelle chiese e nelle cattedrali gotiche). Tornando ai Grilli parola che indica una raffigurazione di testa su zampe in una infinità di varianti, essa, secondo Plinio il Vecchio, deriverebbe dal nome di un contemporaneo d’Apelle, un certo Gryllos , messo in caricatura dall ‘ egiziano Antiphilos .

Una testa con gambe con turbante siede con disinvoltura di fronte a Sant’Antonio. Particolare del trittico di Hieronymus Bosch "Le tentazioni di Sant'Antonio", Museo Nacional de Arte Antigua di Lisbona

Una testa con gambe con turbante siede con disinvoltura di fronte a Sant’Antonio. Particolare del trittico di Hieronymus Bosch "Le tentazioni di Sant'Antonio", Museo Nacional de Arte Antigua di Lisbona

In seguito i “Grilli” acquistarono un valore magico e taumaturgico tanto da non lasciare indenni nemmeno vasti settori della Chiesa. Antichi esemplari sono stati ritrovati in una necropoli dl IV sec. A.C. a Tharros, in Sardegna e per alcuni l’origine dei Grilli va fatta risalire alle cosmogonie egizie e cretesi, il cui Pantheon era ricco di divinità acefale come Osiris decapitato, creatore acefalo del mondo, Malos Bés acefalo e con gli occhi sul petto e altri.

Nella glittica greco-romana troviamo l’appartenenza alla famiglia dei Grilli, Borea, Kronos e Giano (bifronti) Argo, Hermes, Cerbero, Ecate Artemide, tutte divinità multicefale . I Grilli e i geni multicefali invasero libri e chiese.

Allegoria della Prudenza. Dipinto a olio su tela da Tiziano (1565-70). National Gallery di Londra

"Allegoria della Prudenza". Dipinto a olio su tela da Tiziano (1565-70). National Gallery di Londra

Vedi le misericordie con tre o quattro volti scolpite sugli stalli dei cori, L’allegoria della Prudenza di Tiziano, un grillo esacefalo formato da tre volti umani che si innestano su tre teste bestiali, conservata alla National Gallery di Londra.

Anche nelle opere di Hieronymus Bosh, pittore fiammingo del ’400, i grilli sono numerosissimi e prendono tutte le forme. Nei sui dipinti e nelle sue pale spesso compaiono grilli-uccello, grilli-insetto con faccia umana sul torace, visi doppi, personaggi con il naso sul dorso, acefali, teste con gambe (guarda il particolare del pannello centrale del trittico “Le Tentazioni di Sant’Antonio”).

Una simbologia ricchissima di varietà e di significati che vanno al di là del tempo in un insegnamento diacronico che dimostra come la cultura è l’elemento che riesce ad unificare in un discorso di evoluzione e progresso i popoli e le civiltà.

Ci auguriamo che la nostra classe politica ne prenda atto.

Debra

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

4 Risponde a I grilli, una fantastica interpretazione umana

  1. avatar
    Silvana Brandi 16/10/2009 a 12:13

    VERAMENTE INTERESSANTE… BRAVA…UN PO’ DI CULTURA AIUTA A RIDIMENSIONARE LE NOSTRE MENTI DISORIENTATE DALLA POCHEZZA DEI DISCORSI

    DEI TALK SHOWS TELEVISIVI.VIA DAI TRONISTI.. DALLE VELINE MA SOPRATTUTTO DAI POLITICI…

    Rispondi
  2. avatar
    Alessia Randazzo 14/07/2010 a 16:20

    Jurgis Baltrusaitis, Il medioevo fantastico. Antichità ed esotismo nell’arte gotica, capitoli 1-2.
    Mi duole constatare come esista una strana concezione di onestà intellettuale. al suo contributo avrebbe giovato una nota dal momento che quanto scrive si deve allo studioso lituano.
    Cordialmente.

    Rispondi
  3. avatar
    Jose Pirolo 13/02/2011 a 19:12

    Il medioevo è il periodo più affascinante del passato.
    Cordialmente

    Rispondi
  4. avatar
    Anonimo 01/08/2011 a 13:47

    palesemente copiato da Baltrusaitis!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews